Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Paolo Forte al maravee cu la sô musiche e al rive al cine cun “Suono Dentro”

Moira Pezzetta

Chest an, a Vicino Lontano, al è stât un ospit di ecezion: l’armonicist Paolo Forte.
◆ Ai 10 di Mai, li dal cine Visionario, al à presentât il so album, jessût tal mes di Avost dal 2021, “Suono Dentro”. Cheste volte il public no dome al à podût scoltâ lis melodiis dal artist, ma ancje imerzisi tal so mont midiant des imagjinis dal video. Un viaç video musicâl leterari tai lûcs che “no esistin”, ma che a son in Friûl.
◆ Il progjet al nas de esplorazion musicâl di puescj spierdûts e speciâi, che a restin un segret. Lûcs, che soredut se o considerìn che il progjet al è stât ideât intant de pandemie e de reclusion sociâl, a deventin puescj di esplorazion musicâi e di esplorazion di se. Come se te casse de sô armoniche, l’artist al fasès rivocâ chescj lûcs che a deventin paisaçs interiôrs o siums. Il video, cu la sô musiche, al devente une casse di risonance par armoniche e vôs.
◆ Tal progjet si scoltin sperimentazions sonoris, che a cjapin forme dopo di un timp indefinît di imersions e scolte dal ambient, che pal plui al è tal scûr. Come se chest al sucedès dentri di ognidun di nô.
◆ Cualchi volte tocje spietâ par sintî di podê tornâ a rivivi, a sintî la musiche dentri di nô. E cuant che si rive in chest lûc, la musiche e torne a sunâ autentiche, tant che un flum che al cor, cence indecisions.
◆ Il regjist di chest film, Giulio Squarci, al cature il moment di chescj lûcs, di chescj siums. O podìn scoltâ cussì la vôs traviers di ogni piere, mûr, cjanton scûr, ma ancje fressure di lûs. Cjapâts dentri di une oscuritât, tal profont de musiche, dulà che l’intorteâsi di lûs e scûr al cree monts. Il timp e il spazi a deventin relatîfs e simpri plui interiôrs.
◆ Si trate di un progjet di ricercje acustiche e di un viaç te musiche dulà che il spetatôr si sprofonde tai suns, dulà che la imagjin e piert sens e e devente pinsîr. La esecuzion dal artist, come al solit, e je uniche e iripetibile.
◆ Ai 31 di Avost dal 2021, cuant che Paolo al à presentât pe prime volte chest so gnûf album, al contave:« “Suono dentro”, vôs dal verp sunâ. “Suono dentro” intindût come sostantîf. Il sun come forme di espression. “Suono dentro” che – se let dut di un tîr – al devente “Sono dentro”. Jessi dentri dal sun, dulà che dut al cjape forme.»
◆ Ancje chest viaç, come ducj chei che fin cumò nus à regalât il cjantautôr, al è di fâ cu lis orelis ben in scolte e i voi che si sierin planc, di tant che al è bon l’artist – midiant des notis e melodiis – di descrivi cul sun lis emozions e i sintiments e dut ce che o tignìn dentri.
◆ “Suono dentro” nus ricuarde il so prin album di solist, “Al buio”, che al veve publicât tal 2018 e che o vevin za scrit tal Mai dal 2018.
(https://www.lapatriedalfriul.org/paolo-forte-al-conte-il-so-friul-al-buio/).
◆ Chê volte, Paolo nus contave: «nol è puest miôr par sunâ che tal scûr, dulà che il voli nol è distrat e dulà che al è facil astraisi intune altre dimension. Al è il lûc plui intim.»
◆ Di chel moment, cun “Al Buio”, al à puartât la sô musiche ator, sedi in Italie che tal forest. Al à componût la colone sonore pal film Menocchio, produsût di Rai Cinema, e tal 2021 al à incidût cu la orchestre de Academie Chigiana di Siene l’album “Kum!” sot de direzion dal mestri Stefano Battaglia.
◆ Tal 2021 al à ancje sunât 17 tocs pal album “ACQUA, AGA, AGHE” insiemi cun Emma Montanari e Flavio Bortuzzo, musiciscj innomenâts dal folk furlan e artiscj complets. L’album al à dentri tocs de tradizion furlane ma rangjâts daûr dal sintî dai artiscj. Un altri disc di scoltâ cui voi sierâts, e di tignî il timp, come cul cori de aghe.
◆ Sul sît www.paolofisa.it e su la pagjine Facebook “Paolo Forte fisarmonicista&fisarmonicante” si puedin cjatâ imagjins, videos e ducj i apontaments di chest artist che al fâs vignî i sgrisui za ae prime note. ❚

(L)Int Autonomiste / Un popul cence plui vôs in cjapitul

Dree Valcic
✽✽ Nol è par fâmi i fats di chei altris, ancje se o sai benon che ae fin in ogni câs i efiets a saran deleteris ancje pai furlans, ma o crôt di interpretâ un sintiment slargjât e un dubi gjenerâl, domandantmi parcè che a àn fat colâ Draghi. No si trate, che al sedi clâr, […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / LA PATRIE DAL FRIÛL AL SALON DAL LIBRI DI TURIN

Walter Tomada
Dai 19 ai 23 di Mai no steit a cirînus, noaltris de “Patrie”: no sarin in Friûl, ma inaltrò.◆ No, no lìn in esili. Pal moment, jessi “furlans che no si rindin” nol è ancjemò une colpe. Salacor lu deventarà, ma pal moment o podin jessi “libars di sielzi” di lâ in “mission”. Une mission […] lei di plui +