Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Cui che o sin

«O sin furlans di lenghe furlane, che a son convints di fâ part de nazion furlane. Che al è come dî che o sin un popul, une etnie, une nazion, che dopo tancj parons, che a àn balinât di chestis bandis dilunc i secui, cumò di cent agns indaûr o sin cjapâts dentri tal tramai dal Stât talian».

(Pre Toni Beline, sul so prin editoriâl de “La Patrie dal Friûl”, Dicembar 1978)

IL PRIN NUMAR

Ai 24 di Fevrâr dal 1946 al vignive fûr il prin numar de PATRIE DAL FRIÛL, “sfuei setemanâl indipendent”. L’articul di fonde al jere “I furlans e l’autonomie”, par dî che plui atuâl di cussì si mûr. Al costave, pai letôrs, 10 francs. Ma par Felix Marchi e pe sô femine Marie Del Fabro, che lu vevin pensât, imbastît e parturît – cul contribût di fonde di pre Bepo Marchet – al jere il presit di une vite. Intervistât di pre Toni Beline intal 1983, Felix Marchi al sierave chel biel dialic cussì: «O vin viodût che la lum no si è mai distudade. Daûr di nô o sês vualtris e daûr di vualtris ant sarà di altris, parcè che la libertât e fâs part de vite e fin che ant sarà vite, ant sarà simpri cualchidun che si bat pe libertât dal Friûl».

 

Stin dongje ae Patrie

Redazion
La seconde edizion de manifestazion “Stin dongje ae Patrie” e rapresente un moment di incuintri e di solidarietât cul mensîl “La Patrie dal Friûl”, gjornâl scrit fûr par fûr in lenghe furlane fintremai dal lontan 1946. Inte serade, che e sarà presentade dal diretôr Walter Tomada e di Serena Fogolini, si daran la volte musiciscj, […] lei di plui +