Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

CULTURE. Un Pic che nus à dât ce tant

............

Rivâ a scrivi di une persone in pocjis riis al è pardabon dificil, tal câs di Pierluigi Visintin al è ancjemò plui limitât e insuficient, stant che salacor la carateristiche che si impareve di plui de sô figure di inteletuâl e di om e jere la straordenarie cuantitât di interès e di ativitâts. Daûr di ce che si pues viodi ancje de liste dai siei lavôrs publicâts, cualchi volte sot di pseudonims o dal anonimât, i siei interès a tocjavin temis diferents tant che la storie e la gastronomie, la leterature classiche e i zûcs di taule, la musiche e la enologjie, la politiche e il sport, la piture e il teatri… e dut cence nissune contradizion, anzit cuntune armonie che a ‘nd faseve un inteletuâl complet, ancje se mai sodisfat dal sô savê e simpri clamât de ricercje e de scuvierte, e une persone buine di judicâ cun ironie e cun simpatie la realtât e lis personis che al veve dongje.
In chest curt profîl si à di dî alc dal so sorenon, il Picchio, o cemût che si firmave cualchi volte par furlan il Pic: un sorenon che no sai cuant che si veve vuadagnât, ma che al someave nassût cun lui, di fat compagn dal uciel al bateve e al bateve simpri cuant che i tignive a une robe e nol molave di bati fintremai che no le otignive. E stant che la sielte dai siei interès e jere cussì largje, chest so bati compagn di un pic al jere ce che i permeteve di puartâ indevant lis sôs mil iniziativis, simpri plui di cualchidune tal stes timp: nol è in fin dai fats straordenari cjatâ personis poliedrichis e di tancj interès, ma sì che al jere scuasit unic di Visintin il no jessi dispersîf, il rivâ insom di dutis lis impresis che al tacave.
Un ultin coment, che za mi fâs lâ difûr dal spazi che o vevi par chest scrit, sul so rapuart cu la lenghe furlane: nol jere un furlanist militant, cundut che al capive e che al condivideve lis resons di tantis rivendicazions e che al rispietave cui che si impegnave cun plui convinzion in cheste bataie, ma ben al jere une persone che si jere tornade a svicinâ ae lenghe de sô famee e dal so popul plui di dut pe sô bielece e pes sôs pussibilitâts creativis. Di chest fat nus rive un messaç impuartant: che i militants a coventin par difindi un valôr, ma che dongje no puedin mancjâ chei che a gjoldin di chel valôr e che i dan plui vite ancje dome pal gust de bielece e de creativitât: ancje in chest il Pic nus à dât pardabon tant.
Sandri Carrozzo

Libris simpri bogns / Emilio Nardini, “Par vivi”, Udin, 1921

Laurin Zuan Nardin
“Apene finidis di lei lis poesiis dal cont Ermes, il dotôr Cesare, fra i batimans dal public, al si ritire daùr l’uniche quinte preparade a zampe dal… palc scenic. Ma, pal bessologo, che il devi recità il brâf atôr di san Denel, Giovanin Tombe, ‘e ocòr une scene, e il dotôr Cesare la proviot cussì:…” […] lei di plui +

Interviste / Numb il cjan scjaladôr (e il so paron Thomas)

Dree Venier
Di un probleme ae çate al record in mont: interviste cun Thomas Colussa, che cul so Numb al sta pontant al record di altece lant sul Mont Blanc O vevi za intervistât Thomas Colussa, 40 agns, un pâr di agns indaûr. In chê volte al jere un “furlan a Milan” e al faseve il personal […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / La identitât e ven dai zovins

Walter Tomada
Une zornade di incuintri pai Conseis dai Fantats Al à fat scjas il senatôr Roberto Menia che al à declarât di volê gjavâ il furlan de scuele e dal ûs public. Al jere di un pieç che nissun rapresentant des istituzions al pandeve clâr di volê scancelâ lis normis di tutele, ma salacor a son […] lei di plui +