Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Il pont su tradizion e antropologjie: un libri che al sarà presentât ae fin dal mês, par memoreâ Giovanni Pelizzo za president de Provincie di Udin

............

Ae fin di Mai al vignarà presentât un libri che al fevelarà di Friûl in dute la sô grande complessitât e profonditât: «I luoghi della tradizione in Friuli», il titul. La ocasion e je chê di ricuardâ Giovanni Pelizzo, za president de Provincie di Udin, che nus à lassâts un an za fa ai 21 di Mai. Une iniziative editoriâl promovude de Provincie di Udin e de Fondazion Crup, cul patrocini di Ente Friuli nel Mondo, e curade di Stefano Morandini.
I lûcs che al fevele il libri no son dome chei fisics, anzit: antropolics culturâi, gjeografs, storics a resonin sui lûcs de tradizion no dome folcloristiche, ma leâts a lavôr, religjon, identitât.
E cussì, i argoments tratâts a son studis tant che “Il Friuli dei cantîrs” sul teme dal lavôr, o “La città diffusa è già tradizione?” cul aumentâ de impuartance e de densitât des perifariis, o cemût che son mudâts i lûcs li che a cjantin lis corâls: de ostarie ai auditorium.
Tancj i temis tratâts, cjalant cemût che si à trasformât il Friûl sot varis aspiets, duncje. Il libri al è stât la ocasion par publicâ pe prime volte une serie di ricercjis fatis di agns tal ambit dal dipartiment di Antropologjie de Universitât di Udin. Part dai tescj a son in lenghe furlane.
I autôrs, coordenâts di Morandini, a son: Moreno De Toni, Claudio Lorenzini, Sabrina Tonutti, Marta Pascolini, Moreno Baccichet, Tatiana Azzola, Annalisa Bonfiglioli, Mariateresa Corso, Roberto Frisano. Il dut, cun trê introduzions fatis di Donatella Cozzi, Alessandro Monsutti e di Morandini stes che al spieghe cussì ce che si à cirût di fâ cun cheste opare: «La smire di chest libri no je chê di cjalâ il passât cun nostalgjie, ma le calcolìn tant che une operazion moderne: contâ cemût che o jerin e chel che o sin deventâts.»  ❚
Redazion

Libris simpri bogns / Emilio Nardini, “Par vivi”, Udin, 1921

Laurin Zuan Nardin
“Apene finidis di lei lis poesiis dal cont Ermes, il dotôr Cesare, fra i batimans dal public, al si ritire daùr l’uniche quinte preparade a zampe dal… palc scenic. Ma, pal bessologo, che il devi recità il brâf atôr di san Denel, Giovanin Tombe, ‘e ocòr une scene, e il dotôr Cesare la proviot cussì:…” […] lei di plui +

Interviste / Numb il cjan scjaladôr (e il so paron Thomas)

Dree Venier
Di un probleme ae çate al record in mont: interviste cun Thomas Colussa, che cul so Numb al sta pontant al record di altece lant sul Mont Blanc O vevi za intervistât Thomas Colussa, 40 agns, un pâr di agns indaûr. In chê volte al jere un “furlan a Milan” e al faseve il personal […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / La identitât e ven dai zovins

Walter Tomada
Une zornade di incuintri pai Conseis dai Fantats Al à fat scjas il senatôr Roberto Menia che al à declarât di volê gjavâ il furlan de scuele e dal ûs public. Al jere di un pieç che nissun rapresentant des istituzions al pandeve clâr di volê scancelâ lis normis di tutele, ma salacor a son […] lei di plui +