Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

COGNONS DAL FRIÛL

............

Midiant de storie dai cognons furlans, si fâs ancje la storie dal nestri Friûl. Chest mês us proponìn 5 cognons che nus son stâts domandâts dai letôrs su la pagjine Facebook de La Patrie dal Friûl (gjavâts fûr di I cognomi del Friuli di Enos Costantini e Giovanni Fantini ed. La Bassa/LithoStampa.
O ringraciìn i autôrs pe disponibilitât e pe colaborazion).

–––––––

BEGOTTI

Tal 1500 Begotto al jere un non di persone in Venit. Di colegâ, forsit, al toscan Beco “Domenico”. I Begotti de nestre regjon a son duncje di divignince venite.

DAZZAN

Al sta par D’Azzan, li che cun Azzan al è facil che si intindi Azzano Decimo. Si cjatilu a Cint, Concuardie, Fossalte, Gorc di Tisane, Tisane, Lignan, Puart, Prissinins e ancje a San Vît, Pordenon, Siest, Udin.
1527, M.° Alvise Dazan da Pordenon fittuale Sigg. Popaite; 1608 Valantino d’Azzan da Manizinello massaro del Co. Florio.

DELLA MEA

E je une forme curte dal non feminin Bartolomea. Carateristic di Scluse; presint a Tarvis, Pontebe, Udin, Malborghet, Glemone, Cjassà.
1580, Andreas Meae di Raccolana; 1584, gor de la meia de Raccolana. 1687, Petro Danelutti vedovo della q. Anna di Zuanne Della Mea da Chiusaforte sposa Caterina figlia di Sabbata Della Mea q. Zuan di Barbara q. Andrea Della Mea da Chiusaforte.

SATTOLO

Par furlan Sàtul. Al è un diminutîf, stant che al finìs in “ul”. Sat al è probabil che al vegni de forme spreseative di un non. Par esempli, di Blâs al ven “Blasat” e duncje Sat, di Ors (non doprât de Ete di Mieç) “Orsat”, e vie indevant.
A Pinçan intal 1450 Sat, intal 1456 Denel del Sat, intal 1482 Toni di Sat. Si cjatilu a Cjasteons di Strade, Gonârs, Pavie. Di Satti, Sati, Sat, Sath, a ‘nd è un grum a Pinçan intal Cinccent.1527 Leon di Pietro Sat possedeva terra nella comugna di Selet; 1540, 7 genn. Giovanni Satti q. Mattia de Pinzano cameraro chiesa S. Martino insieme con Sebastiano di Pietro Nardussi; 1611 Pascolo Sattul (o Satolo) de Morsano di Strada.

STUA

Al podarès vignî de “stue” par scjaldâ, ma al è probabil che il cognon al vegni fûr di une peraule compagne doprade dai boscadôrs: un gjenar di bariere che si faseve sui torints di mont scjars di aghe par favorî il passaç dal legnam. Al pues vê concorût ancje il latin medievâl “stupa”, stanzie cun cjamin doprade tant che tinel. Tal 1405 a Glemone un Leonardo Stuis. Cognon di Noiarêt tal comun di Comeglians, si pues cjatâlu ancje a Cormons e Udin.
1619, 18 luglio Bernardino Stua da Savagno grisone mercante Palma gastaldo della scola di S. Barbara; 1649, 9 aprile Nicola Stuer da Palma – sua moglie fa sortilegi per sapere se resta vedova.

par cure di Michela De Fazio

Libris simpri bogns / Emilio Nardini, “Par vivi”, Udin, 1921

Laurin Zuan Nardin
“Apene finidis di lei lis poesiis dal cont Ermes, il dotôr Cesare, fra i batimans dal public, al si ritire daùr l’uniche quinte preparade a zampe dal… palc scenic. Ma, pal bessologo, che il devi recità il brâf atôr di san Denel, Giovanin Tombe, ‘e ocòr une scene, e il dotôr Cesare la proviot cussì:…” […] lei di plui +

Interviste / Numb il cjan scjaladôr (e il so paron Thomas)

Dree Venier
Di un probleme ae çate al record in mont: interviste cun Thomas Colussa, che cul so Numb al sta pontant al record di altece lant sul Mont Blanc O vevi za intervistât Thomas Colussa, 40 agns, un pâr di agns indaûr. In chê volte al jere un “furlan a Milan” e al faseve il personal […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / La identitât e ven dai zovins

Walter Tomada
Une zornade di incuintri pai Conseis dai Fantats Al à fat scjas il senatôr Roberto Menia che al à declarât di volê gjavâ il furlan de scuele e dal ûs public. Al jere di un pieç che nissun rapresentant des istituzions al pandeve clâr di volê scancelâ lis normis di tutele, ma salacor a son […] lei di plui +