Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

VIERS IL FRIÛL. No dome Sapade: ancje Sant Michêl al sburte par tornâ in Patrie

............

Intant che si spietin buinis gnovis sul proseguiment dal iter parlamentâr in Senât pal passaç di Sapade-Plodn in Friûl – che, come o scrivevin tal numar passât de Patrie, al pues dome che zovâsi dal Guvier Renzi che nol à fat colâ il Parlament -, ancje di San Michêl dal Tiliment a rivin novitâts. Il Consei comunâl de citadine in provincie di Vignesie, ma storichementri furlane, intune des sôs ultimis sentadis, e à di fat deliberât di bandî un gnûf referendum popolâr par che i citadins a puedin sielzi se passâ ae nestre Regjon. Une sielte, tra l’altri, za fate tal Mai dal 2005, cuant che pe prime volte in Italie un comun al à podût votâ par cambiâ destinazion. In chê volte i favorevui a son stâts la maiorance (4.844 eletôrs sui 6.353 votants), ma pal discors dal quorum dal 50% di chei che a àn dirit di vôt, la ambizion di passâ in Friûl e je stade dome rasintade e dut si è fermât: in chel câs, la “colpe” e fo de anagrafe dai residents tal forest, che e jere lade a incressi il numar dai votants su pe cjarte.
Dut câs, tai ultins mês, in gracie dal comitât “Pro Friuli” coordenât dal avocat Francesco Frattolin e dal ex conseîr comunâl Edi Terrida, a son stadis tiradis sù 1.300 firmis e cumò al è rivât il vie libare pal referendum, che dificilmentri però al podarà jessi imbinât aes elezions europeanis di Mai. Plui facil invezit che si voti insiemi aes regjonâls dal Venit, in programe tal 2015.
“Ancje se di bande dai furlans nol è tant entusiasim – al spieghe Terrida -, nô o volìn rivâ a vinci la bataie, ancje parcè che cu la citât metropolitane che a àn pensât par sostituî la provincie di Vignesie, pal nestri comun no saran timps facii. O savìn za che il discors dal quorum al sarà ancje cheste volte un pês, e par chest o vin domandât a Rome che si modifichi la leç e che si lu gjavi”. ❚
Il Cjargnel

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +