Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

UNE FURLANE A ROME. “Fradae e Culture” in onôr di Ardito Desio

............

Une vite dedicade ae scuvierte e ae conservazion de nature. Par frontâ la crisi dal nestri ecosisteme – dal desert dal Sahara ai glaçârs de cjadene dal Himalaia – a coventin nivei di competence adats ai timps e l’insegnament di Ardito Desio si mostre fondamentâl.

A memoreâ l’esploradôr e mestri al è il Fogolâr Furlan di Rome. Desio, nassût a Palme intal 1897, al à partecipât ae spedizion dal Karakorum e al à scuviert i bacins periferics dal Baltoro, la Siele Conway, il pas Mustag. E po dopo ancje lis monts de Persie, la Antartide, la Birmanie, il Tibet. Al è stât il prin a meti pît su la cime temibile dal K2.

Chê concuiste lu à svicinât ae int comune e soredut a un grant numar di zovins e al è propit par lôr che al à fat il so ultin progjet: un laboratori di studis des altis cuotis al cjamp di base dal Everest.

«Desio al è un compendi di indurance, competence e interès cence confins intune vision proietade tal futûr», al sclarìs il president dal Fogolâr Francesco Pittoni. Origjinari di Dimponç di Tumieç, si emozione visantsi di cuant che al à acompagnât Desio dal president Carlo Azeglio Ciampi inte dì dal so ultin complean, e al marche: «O sin chi par memoreâlu intal ambit de rubriche “Fradae e Culture” parcè che la nature dal furlan dispès si spiegle in chê dal propri teritori, un “minimundus” pe molteplicitât di culturis, vicendis, paisaçs e nature. Propit come che al jere Desio».

E cussì, tant par confermâ l’inviâsi di un viaç gnûf, l’archivi complet dai scrits di Desio al sarà trasferît di Rome a Udin, al Museu Furlan di Storie Naturâl. ❚

Floriana Bulfon

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +