Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Un museu par Luigi Garzoni a Cjassà, tiere di promozion musicâl e leterarie furlane

Alessio Screm
Luigi Garzoni

Il Il Comun di Cjassà – impegnât a pandi la figure e la opare di impuartants artiscj e pensadôrs leâts al teritori, cuntune schirie di azions culturâls e di atrative turistiche buinis par dâ un valôr zontât a cheste tiere de plane furlane, plene ancje di bielecis naturalistichis – al è daûr a meti adun un progjet permanent leât al compositôr, insegnant, poete, filolic e critic musicâl Luigi Garzoni, il cjantôr dal Friûl, che chest an a colin i 50 agns de sô muart.
◆ Duncje, dongje des figuris che Cjassà al sta memoreant cun variis iniziativis, tant che il critic, studiôs e poete Bindo Chiurlo, il scritôr Carlo Sgorlon, nassûts propit li, e il poete Pierluigi Cappello – che la scuele di infanzie e je stade titulade propite a lui –, si zonte cun grant rilêf la volontât di dâ il lustri meretât a un dai compositôrs furlans dal Nûfcent plui significatîfs, midiant de creazion di un museu permanent che al deventarà centri di diviersis propuestis culturâls e artistichis.
◆ Une idee che e je deventade pussibile soredut in graciis de partecipazion – e al meretât ricognossiment – al bant dal Fonts Culture 2021 dal Ministeri Talian de Culture, in armonie cu lis manifestazions di interès e cu la poie di tancj ents e associazions furlanis, come la Societât Filologjiche Furlane – che e conserve il Fonts Garzoni, disponibil par studis e ricercjis e pront par publicazions dedicadis ae opare musicâl dal Mestri di Adorgnan –, la ARLeF, l’Ente Friuli nel Mondo, l’Usci FVG, La Comunitât culinâr dal Friûl, l’Istitût Comprensîf di Tresesin, la Corâl Luigi Garzoni, il côr “I Cjantôrs dal Friûl”, la Fondazion Bon di Culugne, i Amîs de Musiche di Udin, il Conservatori Tomadini di Udin, i Comuns di Udin e Tresesin, la Pro Loco di Montegnà.
◆ Al sucêt alore che dentri di chest an – graciis aes donazions dai erêts unîts inte dedizion de famee, e cul impegn soredut dal nevôt dal musicist, Daniele Garzoni – e vignarà prontade une mostre permanente dute particolâr. Une esposizion che e tignarà cont des testemoneancis artistichis dal autôr di “Ave, o Vergjine, us saludi”, come frontespizis di partiduris, e no dome di vilotis, stant che Garzoni al à scrit tante musiche (tor dai sietcent lavôrs), tra sacre e profane, come imnis, salms, messis, musiche di cjamare, comediis musicâls, operetis. E inmò si podarà osservâ, intune preparazion precise e acurade, la corispondence cun inteletuâi dal so timp, varie documentazion su panei e tes techis, ogjets e cimelis di art e di nature personâl, tant che il so biel cjapiel a cilindri, la bachete di diretôr, il frac che al meteve tant che vistît pai concierts, il so pianoforte, la riproduzion dal so studi, fotografiis e altris ricuarts.
◆ Ma no dome, parcè che tal lâ dal timp, par une iniziative tant laudabile ma che e domande implementazions continuis considerant la grandece dal progjet, la volontât dal Comun di Cjassà e je chê di meti adun une campagne promozionâl, comunicative e divulgative precise, slargjade e continuative, midiant ancje de multimedialitât e di azions destinadis no dome ai grancj e ai apassionâts, ma ancje a cui che no lu cognòs, il Garzoni, e soredut ai piçui. Par chest, la mostre permanente, che e cjatarà spazi tal Centri Civic intitulât propit a Garzoni, e ponte a une esperience di imersion, insiorant lis visitis tradizionâls cun gnovis propuestis, midiant di riproduzions e grafichis multimediâls, esperiencis sonoris, clamadis a ideis di nature performative, tant che concierts, cunvignis, zornadis di studis, a la puartade di ducj.
◆ Al sarà cussì pussibil dâi valôr – ator de figure e de opare di Luigi Garzoni, in comunion cu lis tantis azions di valorizazion dedicadis ae culture e al teritori di Cjassà – al grant patrimoni che il nestri Friûl al conserve e che al à cûr di fâ cognossi a dut il popul furlan e ancje tal forest. ❚

L’EDITORIÂL / La multiculturalitât e valorize il grant e il piçul

Zuan Marc Sartôr
Belle époque. Un student di Gurize al viaze cul tren dilunc la Südbahn (la Ferade Meridionâl, di Viene a Triest). Al torne a cjase dopo agns di studi inte universitât de capitâl imperiâl. Al à frecuentât la preseade facoltât di fisiche, là che si davuelzin lis prestigjosis lezions dal professôr Jožef Štefan, il famôs fisic […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / LA PATRIE DAL FRIÛL AL SALON DAL LIBRI DI TURIN

Walter Tomada
Dai 19 ai 23 di Mai no steit a cirînus, noaltris de “Patrie”: no sarin in Friûl, ma inaltrò.◆ No, no lìn in esili. Pal moment, jessi “furlans che no si rindin” nol è ancjemò une colpe. Salacor lu deventarà, ma pal moment o podin jessi “libars di sielzi” di lâ in “mission”. Une mission […] lei di plui +

L'editoriâl / Macroregjons, une oportunitât di racuei

Alessandro Ambrosino - Graduate Institute, Gjinevre
Lis strategjiis macroregjonâls a son la ultime “invenzion” UE par favorî la cooperazion teritoriâl. Trê di cuatri si incrosin in Friûl Intai ultins agns, la Union Europeane si è sfuarçade in maniere vigorose di vignî dongje di plui ai citadins e – su la fonde di chest cambi di rote – e à ricognossût une […] lei di plui +