Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Television publiche in marilenghe. Al è ancjemò ce spietâ

............

Cu la gnove convenzion spazi a 90 oris di programs in lenghe. La firme, forsit, dentri di Avrîl
Furlan in Rai, dentri dal mês di Avrîl e je spietade la firme de convenzion che e garantirà la presince de marilenghe te radio (ven a stâi 90 oris di programazion vie pal an cun miezore in dì, dîs minûts di matine e vincj tal dopomisdì, e une polse estive di doi mês) ma soredut – e e je la novitât – te television publiche. Tai mês passâts a jere stade la deputade dal Pd Gianna Malisani a vê visade la opinion publiche furlane dal grant lavôr fat par che tal gnûf contrat di servizi jenfri la Presidence dal Consei dai Ministris e la Rai e fos previodude la presince dal furlan te television publiche cun 90 oris di programazion intun an. Cumò si spiete la firme de convenzion fra il dipartiment pe editorie de Presidence dal Consei dai Ministris e la Rai, par inviâ il gnûf servizi cun cheste novitât impuartante.
De cuistion si è ocupade ancje la Regjon cul assessorât ae culture vuidât di Gianni Torrenti, ma dai ultins svilups al fâs savê alc di plui il Corecom dal Frûl-Vignesie Julie cul so president Giovanni Marzini: «Il nestri compit – al spieghe – al è stât chel di inviâ la taule di confront, e al moment o sin in spiete di ricevi il stampon de convenzion che e varès di jessi pronte pal mês di Avrîl. Al moment no podin dî se a saran pardabon 90 oris di programazion televisive in lenghe minoritarie, ancje parcè une operazion di chê fate e à un so cost, ma chel che al è impuartant al è il fat che in cheste maniere si valorizarà la sede de Rai, che al è il mieç di comunicazion plui seguît in Regjon: sloven e furlan a son dôs lenghis che a caraterizin il servizi».
Ancje Gianna Malisani e marche la impuartance di valorizâ la sede Rai, ancje se jê e cjale in particolâr a chê di Udin che pardabon e deventerà centrâl se si confermarà la presince dal furlan te television publiche regjonâl. Si trate di une sede logade tal centri dal Friûl e duncje interessade in maniere direte te informazion, viodût che il so public al è in buine part furlan: «Insiemi cu la coleghe Tamara Blazina che si è ocupade in particolâr dal sloven – e dîs Malisani – o vin fat in maniere che tal contrat di servizi al fos ricognossût l’ûs dal furlan te television, ancje par vie che si coreve il risi di pierdi une specialitât che e je proprie dal nestri teritori. O sin rivadis a cjatâ l’acuardi cul sotsegretari Antonello Giacomelli. Par chel che o ai podût, mi soi impegnade a monitorâ, ancje se aromai il gno mandât al è finît».
Al è clâr che dopo des elezions politichis dai 4 di Març, la situazion si è fate plui complicade par vie che no si sa ancjemò di cui che al sarà formât il gnûf guvier e se i partîts che lu sostignaran a varan interès tal puartâ indenant chê convenzion. Sul front talian al è di sperâ che la convenzion e vegni firmade prime che e finissi la operativitât dal guvier Gentiloni, viodût che dut al jere nassût in chel contest, e se no ves di lâ cussì, lis robis a podaressin slungjâsi. Un altri probleme politic al diven dal fat che ancje in regjon si va aes elezions, ai 29 di Avrîl, e duncje al è facil pensâ che pensâ che ta chestis setemanis lis fuarcis politichis a sedin impegnadis massime a frontâsi in campagne eletorâl e al sarà dificil che la aministrazion regjonâl e podedi fâ lis sôs pressions par otignî chel obietîf. Dut câs, la presince dal furlan te television publiche e je ripuartade tal contrat, e se chest al vignarà puartât a tiermin la sede Rai di Udin e podarà jessi ogjet di valorizazion, viodût che la operazion e previôt il meti a disposizion plui risorsis. Ta cheste maniere si podarà ancje aumentâ lis produzions e alçâ la cualitât de comunicazion par furlan, viodût che sul teritori a son personis e capacitâts par fâlu: «Cumò – e dîs Malisani – si spietìn che ce che al previôt il contrat al vegni metût in vore cu la convenzion, che al è il document dulà che si scrivarà tropis oris di programazion. Il lavôr che o vin fat al jere indreçât a ricognossi un oblic, ven a stai l’ûs dal furlan te television publiche come che al sucêt cul sloven».
di Piero Cargnelutti

L'editoriâl / Macroregjons, une oportunitât di racuei

Alessandro Ambrosino - Graduate Institute, Gjinevre
Lis strategjiis macroregjonâls a son la ultime “invenzion” UE par favorî la cooperazion teritoriâl. Trê di cuatri si incrosin in Friûl Intai ultins agns, la Union Europeane si è sfuarçade in maniere vigorose di vignî dongje di plui ai citadins e – su la fonde di chest cambi di rote – e à ricognossût une […] lei di plui +

Il numar in edicule / Jugn 2022

Dree Venier
Jugn 2022 – L’EDITORIÂL. La multiculturalitât e valorize il grant e il piçul / (L)INT AUTONOMISTE. Il pericul centralist al è tal Dna dai partîts talians / PAGJINE 2 – LA STORIE. Di Udin a Pesariis par promovi la mont e i prodots furlans / INT DI CJARGNE. Aziende Agricule Rovis Sabrina di Davài di […] lei di plui +