Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Tai festivai dal teritori il Friûl al è: baste cirîlu ben…

............

Grandis ocasions di cressite in gracie
di tancj ospits internazionâi, ma si domandìno
mai trop “furlanis” che a son chestis manifestazions?

Di Istât il Friûl al è plen di festivai e di rassegnis di culture, spetacui e art. Nus puartin achì il mont e par fortune a son sioris di grandis ocasions di cressite in gracie di tancj ospits internazionâi: ma si domandìno mai trop “furlanis” che a son chestis manifestazions?
Par misurâ la atenzion al Friûl si à di partî dal plui “cosmopolitic” dai festivai nostrans, ven a stâi Pordenonelegge (program complet su www.pordenonelegge.it), che chest an al dediche la sô viertidure e un altri event di pueste ae opare di Pierluigi Cappello, il plui grant poete furlan mancjât l’an passât a 50 agns di etât. La scree dal Festival e sarà dedicade ae presentazion dal volum de opare complete dal poete di Scluse, che Rizzoli al à decidût di publicâ (miercus ai 19 di Setembar, aes 6 e mieze sot sere, al Teatri Verdi).
Inte prime zornade dal festival un altri apontament dedicât a un grant furlan: Pier Paolo Pasolini (miercus ai 19 di Setembar, aes 11 e mieze di matine, a Palaç Montreâl Mantiche). Al vignarà presentât il catalic de sô biblioteche personâl (di 3 mil libris) metût dongje dal Gabinetto Viesseux, un mieç fondamentâl par jentrâ intal so procès creatîf scuvierzint i tescj che al consultave e che i coventavin di ispirazion. Un spazi cun Giosuè Chiaradia e Enos Costantini al sarà dedicât ae alimentazion tradizionâl in Friûl (domenie ai 23 di Setembar, aes 4 dopomisdì, a Palaç Klefisch); un incuintri al sarà riservât ancje a savôrs e plasês dal Friûl-Vignesie Julie (sabide ai 22 di Setembar, aes 6 sot sere, a Palaç Klefisch). Un focus al coventarà ancje a fevelâ di Antonia Klugmann, in jurie a Masterchef 2018 (sabide ai 22 di Setembar, a misdì, al Capitol). Spazis limitâts pai nestris scritôrs: Paolo Maurensig al presentarà “Il diavolo nel cassetto”, Enrico Galiano “Tutta la vita che vuoi” e, pe prime volte, a saran publicadis “Le scritture d’arte di Amedeo Giacomini”, tamesadis di Caterina Furlan, Alessandro Del Puppo e Gianmario Villalta. Moments di discussion cun Antonella Sbuelz, Pieluigi Porazzi, Ilaria Tuti. Pôc spazi pe lenghe furlane: ma no je la prime volte… L’unic autôr che al varà la fortune di vê un apontament di pueste al è il brâf Giacomo Vit che al à insuazât 40 agns di ativitât poetiche intun gnûf libri, la antologjie Vos dal grumal di aria (miercus ai 19 di Setembar, aes 9 di sere, li de Loze dal Municipi).
Par cjatâ atenzion ae marilenghe e ae culture furlane si à di spostâsi ai Colonos di Vilecjaze, dulà che di 27 agns Avostanis al met dongje ce che di plui interessant al bol inte cite dai nestris artiscj e inteletuâi. La edizion di chest an e je dedicade a Cappello, che 13 agns indaûr propit alì al veve metût adun 22 poetis intune maratone poetiche che e je deventade un libri: “I colôrs da lis vôs”, un volum che Federico Rossi al à volût cun fuarce tornâ a publicâ. Intal calendari di Avostanis al è stât puest pai 20 agns di cariere di Dj Tubet, pai 25 de fondazion dal Grup Majakovskij (e di gnûf e torne in prin plan la figure di Giacomo Vit) e pe conference dal professôr Franc Fari su “Identitât e violence”. Interessant l’apontament, aromai deventât canonic, cun “Provis viertis di culture furlane”, cun protagoniscj chest an Tullio Avoledo, che al à presentât bocons dal so lavôr li che al imagjine il Friûl di doman (“Furland”, che al jessarà in Otubar par Chiarelettere), Marco D’Agostini e Flavio Pressacco (che a vuelin ricostruî in video la glesie mari di Aquilee), Stefano Giacomuzzi e Giulio Venier (che a àn pensât un viaç di 6 mil chilometris di Pocis di Verzegnis fin a Samarcanda, che al deventarà un film par furlan), Alessandro Monsutti e Stefano Morandini (che a tamesaran la percezion antropologjiche dal nestri confin cu la Slovenie), Alessio Screm e Matteo Venier.
Il gnuf Mittelfest, curât di Haris Pasovic, al à fat spazi a doi progjets (“Ragazzi del ‘99” e “Inzirli”) cul test par furlan scrit di Angelo Floramo. La anime furlane dal prin progjet e je dut câs chê dal mestri Valter Sivilotti, che i à dedicât timp e fuarce no comuns. Il secont al vîf ancje de recitazion di Fabiano Fantini, che e je alc e ce. Biele ancje la interpretazion di Debussy curade dai musiciscj dal Tartini di Triest e dal Tomadini di Udin.
Tante atenzion a interpretis furlans di manifestazions tant che “Piccolo Festival” e “Nei suoni dei luoghi”. E ancje “Udin&Jazz” al à dedicât un tribût a Stefano Amerio che cul so studi di regjistrazion Artesuono al è deventât un pont di riferiment pe musiche di cualitât a nivel internazionâl. Come Glauco Venier, che cul Norma Winstone Quartet al à incjantât il public dal Festival cun “Music for Films”. In sumis, tai festivai furlans il Friûl al è: baste cirîlu ben… ❚
Walter Tomada

L'editoriâl / Macroregjons, une oportunitât di racuei

Alessandro Ambrosino - Graduate Institute, Gjinevre
Lis strategjiis macroregjonâls a son la ultime “invenzion” UE par favorî la cooperazion teritoriâl. Trê di cuatri si incrosin in Friûl Intai ultins agns, la Union Europeane si è sfuarçade in maniere vigorose di vignî dongje di plui ai citadins e – su la fonde di chest cambi di rote – e à ricognossût une […] lei di plui +

Il numar in edicule / Jugn 2022

Dree Venier
Jugn 2022 – L’EDITORIÂL. La multiculturalitât e valorize il grant e il piçul / (L)INT AUTONOMISTE. Il pericul centralist al è tal Dna dai partîts talians / PAGJINE 2 – LA STORIE. Di Udin a Pesariis par promovi la mont e i prodots furlans / INT DI CJARGNE. Aziende Agricule Rovis Sabrina di Davài di […] lei di plui +