Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Stin dongje ae Patrie

Il mont de culture furlane
al Teatri Sant Zorç.
Cuntun bon consei: “Abonaitsi
ae Patrie, unic gjornâl di simpri
dut par furlan”

Se al è vêr ce che al diseve Albert Einstein, ven a stâi che “cuant che un al finìs di maraveâsi, al è za muart”, noaltris de “Patrie dal Friûl” o sin pardabon vîfs e vivarôs. Di fat o sin plens di maravee pe grande mobilitazion de culture furlane che e menarà sul palc dal Teatri Sant Zorç a Udin joibe ai 30 di Novembar aes 8 e mieze di sere nons di prin plan de nestre sene inteletuâl e dal mont dal spetacul di chenti. Ducj a pro dal unic gjornâl che dal 1946 al pant la sô vision dal mont dome par furlan, tignint in pîts une lenghe e une identitât che salacor tancj a volaressin za muarte e sepulide.
◆ Invezit, cheste lenghe e cheste identitât a produsin musiche, teatri, cine, libris, a fasin ridi, pensâ e vaî: a son passâts 720 agns di cuant che Dante Alighieri, un inrabiât dispatriât florentin, al definive cun brutis peraulis la nestre maniere di fevelâ. Dante al è passât, a son passâts 377 agns di dominazion venite, e po Napoleon, i austriacs, e di 147 agns o sin “deventâts” talians. Ma nô furlans o sin ancjemò chi. O varìn pierdude la braùre e la cussience di jessi un popul, ma o sin ancjemò chi…
◆ O sin ancjemò chi e o sin bogns di produsi musiche maraveose come che a fasin di passe trente agns incà i FLK, che a àn fat nassi un gnûf troi pe creativitât par furlan, o i Cûr di Veri; o sin bogns di puartâ indevant la tradizion dal cjant popolâr des vilotis o dal cjant di glesie, come il Côr des Vôs di Vile; o sin bogns di pensâ e di scrivi come che a àn fat e che a fasin scritôrs leâts al sunsûr de lôr tiere come Maurizio Mattiuzza e Matteo Bellotto; o sin bogns di tignî in vore ancje lis ridadis che a judin a vivi miôr come che nus insegne, di agnorums, Sdrindule; o sin bogns (finalmentri) ancje di valorizâ une tradizion teatrâl che e à fat nassi nons cetant impuartants, cuntun Teatri Stabil Furlan che al à un siôr diretôr tant che Massimo Somaglino.
◆ Viodi che ducj chescj nons a rispuindin cuant che “La Patrie” e clame, e je une maniere par mostrâ cetant valôr che al è daûr de nestre comunitât di lenghe, di cûr e di cjâf. Tancj furlans a son ator pal mont e par no pierdisi e no smamî la lôr divignince a àn metût in pîts i Fogolârs. Chenti par viodi ardi un çoc di furlanetât sclete al reste un pont di riferiment, une cjase in comun pai furlans che no si rindin: il lôr sfuei libar, “La Patrie dal Friûl”.
◆ Par che al resti libar, intun moment dulà che la informazion in Friûl e sta passant cuasi dute sot paron, al covente scoltât l’apel di chestis personalitâts de culture furlane, che al è “Stait dongje de Patrie! Abonaitsi!”. E je la garanzie di podê vê une informazion che no cjale in muse nissun, parcè che no à daûr nissun grup di interès, ma dome la comugne dai letôrs che e crôt che i furlans a vedin “di bessôi” di decidi dal lôr destin. ❚

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +