Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Pauli Diacun: 1300 agns di no dismenteâ

Alessio Screm
Pauli Diacun
Pauli Diacun

Chest an a colin i 1300 agns de nassite di Pauli Diacun, cence nissun dubi une des figuris plui impuartantis no dome de storie dal Friûl, ma de Europe interie, protagonist insiemi a Paulin di Aquilee di chê riforme clamade carolingje che e à cambiât i destins dal imperi tirât sù di Carli il Grant, pandint une gnove rinassite culturâl che e tignive cetant di cont la storie, la filosofie e la art in gjenar. No si sa di precîs cuant che al è nassût Pauli Diacun, ma lis convenzions a àn stabilît tra il 720 e il 730, cjapant la prime date come buine, a Cividât dal Friûl. Di famee langobarde, al è in Friûl che al à fat i siei prins studis impuartants di grêc e di latin, prime di inviâsi a Pavie – indulà che si crôt che al vedi cjapât il titul di “diacun” – e daspò a Benevent, Rome, Aquisgrane – li di Carli il Grant – par finî la sô vite tal munistîr di Montecassino, tal 799, prime di viodi incoronât il “so” re tant che imperadôr dal Sacri Roman Imperi. Gramatic, poete, storic e music, dal sigûr tal sens di teoric e cognossidôr des speculazions filosofichis leadis ai suns. Al è lui, in graciis di Guido d’Arezzo che tal decim secul al à tignût cont di lui pe teorizazion de “man guidoniane”, util pe memorizazion des melodiis, l’inventôr dal non des notis musicâls. Il do, re mi e vie indenant, di fat, a derivin dal Imni a Sant Zuan “Ut queant laxis”, indulà che la prime silabe di ogni viers e ripuarte apont il non des notis dal esacuardi in sucession. Une grande paternitât che e merete di jessi ricuardade, insiemi ae sô grande produzion che e contemple la famose “Historia Langobardorum”, la “Vita Gregorii Magni”, la “Historia Romana”, manuâi di storie tra i plui lets inte Ete di Mieç. E inmò, poesiis racueltis intai “Carmina”, e inte liturgjie si ricuarde l'”Omiliari” e forsit ancje il “Sacramentari”.

No si pues no memoreâ cheste grande personalitât, e al displâs cetant di no sintî nuie in merit par un programe, zornadis di studi o altris ativitâts leadis a scuvierzi e riscuvierzi Pauli Diacun intun inovâl cussì impuartant. Al jere il 1999, tai 1200 agns de sô muart, cuant che al è stât fat un congrès internazionâl di studis a lui dedicât, tra Cividât dal Friûl e Butinins di Muimans. L’ultin sul so cont, 21 agns fa. Al è propit il câs di recuperâ il timp pierdût, tal non di un grant esempli, universâl, fi dal nestri Friûl. ❚

 

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +