Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Pal Senât, “sì” a Sapade/Plodn in Friûl, ma no je ancjemò fate

............


Il Parlament al jere chel talian, ma la maiorance e je stade bulgare: 168 i favorevui, cualchi astignût e dome un contrari, il senatôr di Pordenon Lodovico Sonego. La sperance di risolvi finalmentri la cuestion di Sapade/Plodn si è dismote in gracie de votazion fate buine dal Senât a cuasi dis agns di distance dal referendum dulà che i sapadins a àn sclaride la lor voie di secession dal Venit. Une decision che e à vut bon acet di bande di ducj: peraulis di sodisfazion a son rivadis dai esponents di ducj i partits politics e di dute la societât civîl furlane.
Ma ise rivade pardabon l’ore che Sapade/Plodn e torni in Friûl? Lis robis no son purtop semplicis, parcè che la votazion e à di jessi fate buine di dutis dôs lis Cjamaris dal Parlament. E cumò, a pôcs mês de fin de legislature, Sapade no je di sigur al prin puest des prioritâts che la plui part dai onorevui e à tal cjâf. Salacôr e po coventâ la assicurazion di bande dal cjâfgrup dal Pd talian, il triestin Ettore Rosato, che la leç pal passaç dal comun al Friûl e vignarà calendarizade ai 23 di Otubar, ma daspò cinc calendarizazions ladis strucjis al Senât al è ben no fidâsi masse e tignî alte la atenzion su chest proviodiment.
Par un scherç dal destìn, il 23 di Otubar e sarès la zornade daspò dal referendum venit par domandâ plui autonomie: e al sarès pardabon strani e crudêl se la votazion e vignìs rinviade propit intal moment dulà che la Regjon Serenissime e cîr chê autodeterminazion che Sapade e je dîs agns che e rivendiche.
Nol è un câs che propit il sindic Manuel Piller Hoffer, che al varès di jessi il plui content di ducj pal passaç de norme al Senât, al è invezit restât cuiet e caut intes declarazions che al à fat. Masse timp al è passât di cuant che la sô int si è pronunciade. E a cjalâ tropis voltis che la discussion e je stade rinviade, il plui savi al semee propit lui: chel che al sta spietant al è fondamentâl e dome a leç aprovade al sielzarà di fâ fieste. La legislature e larà a finî dentri dal 15 di Març. Che l’iter di aprovazion de leç al rivi a conclusion prin di chê date al è necessari pe dignitât dal rapuart dal Stât talian no dome cui sapadins e i furlans, ma cun ducj i siei citadins.
✒ Walter Tomada

L'editoriâl / Macroregjons, une oportunitât di racuei

Alessandro Ambrosino - Graduate Institute, Gjinevre
Lis strategjiis macroregjonâls a son la ultime “invenzion” UE par favorî la cooperazion teritoriâl. Trê di cuatri si incrosin in Friûl Intai ultins agns, la Union Europeane si è sfuarçade in maniere vigorose di vignî dongje di plui ai citadins e – su la fonde di chest cambi di rote – e à ricognossût une […] lei di plui +

Il numar in edicule / Jugn 2022

Dree Venier
Jugn 2022 – L’EDITORIÂL. La multiculturalitât e valorize il grant e il piçul / (L)INT AUTONOMISTE. Il pericul centralist al è tal Dna dai partîts talians / PAGJINE 2 – LA STORIE. Di Udin a Pesariis par promovi la mont e i prodots furlans / INT DI CJARGNE. Aziende Agricule Rovis Sabrina di Davài di […] lei di plui +