Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Pal Senât, “sì” a Sapade/Plodn in Friûl, ma no je ancjemò fate

............


Il Parlament al jere chel talian, ma la maiorance e je stade bulgare: 168 i favorevui, cualchi astignût e dome un contrari, il senatôr di Pordenon Lodovico Sonego. La sperance di risolvi finalmentri la cuestion di Sapade/Plodn si è dismote in gracie de votazion fate buine dal Senât a cuasi dis agns di distance dal referendum dulà che i sapadins a àn sclaride la lor voie di secession dal Venit. Une decision che e à vut bon acet di bande di ducj: peraulis di sodisfazion a son rivadis dai esponents di ducj i partits politics e di dute la societât civîl furlane.
Ma ise rivade pardabon l’ore che Sapade/Plodn e torni in Friûl? Lis robis no son purtop semplicis, parcè che la votazion e à di jessi fate buine di dutis dôs lis Cjamaris dal Parlament. E cumò, a pôcs mês de fin de legislature, Sapade no je di sigur al prin puest des prioritâts che la plui part dai onorevui e à tal cjâf. Salacôr e po coventâ la assicurazion di bande dal cjâfgrup dal Pd talian, il triestin Ettore Rosato, che la leç pal passaç dal comun al Friûl e vignarà calendarizade ai 23 di Otubar, ma daspò cinc calendarizazions ladis strucjis al Senât al è ben no fidâsi masse e tignî alte la atenzion su chest proviodiment.
Par un scherç dal destìn, il 23 di Otubar e sarès la zornade daspò dal referendum venit par domandâ plui autonomie: e al sarès pardabon strani e crudêl se la votazion e vignìs rinviade propit intal moment dulà che la Regjon Serenissime e cîr chê autodeterminazion che Sapade e je dîs agns che e rivendiche.
Nol è un câs che propit il sindic Manuel Piller Hoffer, che al varès di jessi il plui content di ducj pal passaç de norme al Senât, al è invezit restât cuiet e caut intes declarazions che al à fat. Masse timp al è passât di cuant che la sô int si è pronunciade. E a cjalâ tropis voltis che la discussion e je stade rinviade, il plui savi al semee propit lui: chel che al sta spietant al è fondamentâl e dome a leç aprovade al sielzarà di fâ fieste. La legislature e larà a finî dentri dal 15 di Març. Che l’iter di aprovazion de leç al rivi a conclusion prin di chê date al è necessari pe dignitât dal rapuart dal Stât talian no dome cui sapadins e i furlans, ma cun ducj i siei citadins.
✒ Walter Tomada

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +