Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

COGNONS DAL FRIÛL

............


Midiant de storie dai cognons furlans, si fâs ancje la storie dal nestri Friûl. Une vore a son nassûts di stranons dâts aes personis e, po dopo, aes fameis. Chest mês us proponìn 5 cognons che a nassin di nons di animâi.
(Gjavâts fûr di I cognomi del Friuli di Enos Costantini e Giovanni Fantini ed. La Bassa/LithoStampa. O ringraciìn i autôrs pe disponibilitât e pe colaborazion).
CHIURLO
Dal non dal ucel cul bec lunc e sutîl e çatis altis. 1706 donna Anzola Chiurolo tesseva e lavava la biancheria della Congregazione Anime di S. Giacomo a Udine; 1788 Giuseppe Chiurlo (anche Chiurilo) era contraddicente nella Confratermita di S. Lazaro, sapeva scrivere. Cognon di Sant Denêl.
SCHIRATTI
Al è une vore probabil che al vegni di sghirat (o schirat o sghirate). Al sarà stât, duncje, une sorenon dât a une persone svelte e plene di snait. Leonardo dicto Schirato de canali Pedarcio tal 1481; A Pinzan Daniel de Schirato tal 1567. In dì di vuê si cjate soredut a Feagne e Maian. Presint ancje a Udin.
FAVIT
Favite al è il biel non furlan dal piçul ucielut che par talian al è “scricciolo”. Duncje, un sorenon dât a une persone minude. Cognon di Udin e di Tavagnà. 1400 Subeta dicta Favita figlia q. Rubitti de Arta a Gemona; 1472 d.ne Clare Favitte de Glemona a Udine; 1809 Ant. Favitolo possiede 3 bovi e una vacca in Corno.
CLOCHIATTI
Il sufìs -àt tacât daûr di clocje al somearès un stranon di dispresi par une persone pegre, flape. Cognon tipic di Paulêt, si cjatilu ancje a Udin, Tavagnà, Pagnà, Reane, Tresesin e Martignà. 1535 Zuan Cloch de Portabrosana; 1649 Don Girolamo Clochiatto di Grupignano capp. nella chiesa di S.Stefano di Palazzolo – minacce di morte – ottiene di star assente 6 mesi ottenendo a sè don Giac. del Vecchio di Campoformido. Cognon di Paulêt, Udin, Tavagnà, Martignà, e Tresesin.
ZORAT/ZORATTO/ZORATTI/ZORUTTI
Par furlan zorat/çorat al vûl dî çore, e çorut al è il so diminutîf. 1262 filius çoratti de Usago; 1292 donna çora uxor q. Marasii de Bilirs; 1302 çora filia a Moruzzo; 1364 Petro q. çorati de Cavoryaco; 1459 Antonio q. Leonardo Zoratto de Artegna abitante sul monte di Rosazzo; 1527 divisione tra Giovanni e Giuseppe q. Colao Zorutti da Fagagna; 1546, 29 sett. Benedetto cognominato Zorutto q. Simone decano di Bolzano. Cognon une vore comun in dut il Friûl.

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +