Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

LIS PARABULIS DI PRE ANTONI. Il canarin di Pasche

............

Pasche e je Vite, e je Resurezion, e je Vierte, e je Lûs, e je Novitât. E dut ce che al fevele di vite e di resurezion… in cualchi maniere al riclame la Pasche. Par chel ancje un canarin che al cjante in glesie a Pasche al è tant che un agnul che nus ricuarde il grant event: che la vite e je plui fuarte de muart. La predicje le fâs ancje un canarin.

pre Roman Michelot

De Pasche di chest an, mi bastarès che la int si visàs dal canarin che o vin puartât in glesie tal triduo sant. Al à tant di chel cjantât, ma tant, che la int e jere come instupidide a sintîlu. E a ogni sgosade che al faseve, i fruts e i grancj si pocavin ridint. E cuant che si fermave, no spietavin che il plevan al predicjàs, ma che il canarin al tornàs a tacâ.

Cetante contentece inte Pasche di chest an! E se nus à judâts il canarin cul so cjant, che Diu lu benedissi. Ciert che lui nol capive nuie dal misteri, come che nol varà capît nuie il gjal che al cjantave par contâ i rineaments di Pieri. Come che no varan capît nuie i testemonis direts di chescj grancj fats. Il capî al è relatîf, e ancje la fole dai partecipants. L’impuartant al è che a sucedin.

O soi sigûr che il predi plui disfortunât al à vude plui int joibe sot sere che no Crist inte ultime Cene, e ancje Vinars sant rispiet ai spetatôrs de muart di Crist, pôcs e distrats. Par no fevelâ de Pasche, che al è resurît cence che nissun i batès lis mans o i fasès di testemoni. Epûr, lis nestris gleseadis di int a son une palide ombre di chei fats sucedûts tal cidinôr e tal misteri.

No je la procession di int viers dal sepulcri che e fâs resurî Crist, ma e je la resurezion di Crist che e tire la int viers dal sepulcri vueit. E denant di un misteri cussì grant, ogni segnâl al è bon e inadeguât. Cussì il gno canarin al pues fâ ricuardâ la Pasche plui di dutis lis liturgjiis e lis omeliis di chest mont.

di pre Antoni Beline

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +