Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

LA FABRICHE DAI… LIBRIS. Riflessions di un predi cjargnel

............

Ai 29 di Setembar dal 1974 pre Antoni al finive di bati a machine 33 sfueis: sul devant di chest pacut di cjartis, a mût di cuviertine, al veve scrit a man «Per chi vuol sentire… Riflessioni Pastorali di un Curato di montagna… dopo cena». Po il test lu à voltât par furlan.
Di chê volte a son passâts 35 agns! Come timp, al podarès someâ îr. In veretât al è gambiât il mont, la societât, la vite, la glesie.
Pe nestre glesie il 1975 al jere stât l’an de straordenarie assemblee dai predis. Il predessam al jere ancjemò numerôs e vitâl a rispiet di cumò che la situazion e je precipitade. I predis in chescj agns a son calâts in maniere esponenziâl, che un slac di paîs ormai a son cence cheste figure che par secui e jere presint e determinant fin tai paisuts plui fûr di man. Su la sente di Ermacure a son passâts 3 vescui e su la sente di Pieri 4 papis.
Di sigûr cumò al è un altri mont!
Distès o crôt che chestis Riflessions no àn pierdût il lôr valôr tant in certis analisis che al faseve, che tai tentatîfs di soluzion che al proponeve. Tentatîfs di soluzion, parcè che tune situazion balarine come chê che o vivìn si pues dome provâ, tentâ progjets cun libertât e inteligjence. No si pues pretindi di vê recipis preconfezionadis e validis par dut.
In chê volte pre Antoni al veve a pene 33 agns e al faseve il plevan a Rualp e Val di 6 agns: zovin di etât e zovin di esperience. Ma e jere za dute la anime, dute la fede, dute la passion di chest profete che al veve in cualchi maniere segnât ormai il so percors, la strade che al veve di fâ. Al cjalave za indenant, al veve scuvierte une altre volte la sô vocazion: par ce troi che il Signôr lu clamave, ce segnâl che al varès vût di jessi pal so popul.
E pre Antoni nol à molât un lamp. Par dute la sô vite al à corût pal stes troi, ancje se il percors si faseve intrigât e dûr, se lis intemperiis de salût o dai podês e des gjerarchiis lu sfidavin e lu tormentavin: lui nol à mai molât. Come ducj i profetis al è stât fedêl a se stes ancje se i costave salât, parcè che al à savût restâ fedêl a Diu e al so popul.
Lis Riflessions di un predi cjargnel, a son stadis scritis che il vescul Alfredo Battisti al jere di pôc rivât in Diocesi. A son proponudis cumò che un gnûf vescul al è rivât di pôc a Udin, bons. Andrea Bruno Mazzocato. Stant che il test jere nassût par talian e voltât dal autôr stes ancje par furlan, al è publicât in dutis dôs lis versions. Cussì o sin contents che ancje il gnûf vescul al vedi mût di lei chestis pagjinis e di cognossi, almancul un freghenin, un predi, fi dal Friûl e de Glesie di Aquilee, che al à lassât e al lassarà a dilunc il segn de sô presince te storie de nestre glesie e dal nestri popul.
Roman Michelot

L'editoriâl / Macroregjons, une oportunitât di racuei

Alessandro Ambrosino - Graduate Institute, Gjinevre
Lis strategjiis macroregjonâls a son la ultime “invenzion” UE par favorî la cooperazion teritoriâl. Trê di cuatri si incrosin in Friûl Intai ultins agns, la Union Europeane si è sfuarçade in maniere vigorose di vignî dongje di plui ai citadins e – su la fonde di chest cambi di rote – e à ricognossût une […] lei di plui +

Il numar in edicule / Jugn 2022

Dree Venier
Jugn 2022 – L’EDITORIÂL. La multiculturalitât e valorize il grant e il piçul / (L)INT AUTONOMISTE. Il pericul centralist al è tal Dna dai partîts talians / PAGJINE 2 – LA STORIE. Di Udin a Pesariis par promovi la mont e i prodots furlans / INT DI CJARGNE. Aziende Agricule Rovis Sabrina di Davài di […] lei di plui +