Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Interviste a Camilla Tuccillo, ideadore e fondadoredal gnûf centri culturâl “Casa Langer” di Tarcint

Sara Traunero
Camilla Tuccillo

Cuant e cemût ise nassude “Casa Langer”?
“La idee di fondâ Casa Langer e je nassude plui o mancul un an indaûr, dopo de partecipazion, mê e di altris fantats, a un cors di formazion su la imprenditorie dai zovins in mont.
Finît il cors, la Fondazion Pietro Pittini e à publicât il bant “Imprese Spericolate” cun chê di finanziâ un gnûf progjet zovanîl di disvilupâ intune zone di mont dal Friûl.
E jere une ocasion cetant preziose che, sul imprin, o vevi pensât di disfrutâ par vierzi une gnove librarie, ma i fonts – magari cussì no – no bastavin par cuvierzi dutis lis spesis.
◆ O ai rifletût duncje su lis resons e su lis dibisugnis di fondâ un gnûf centri culturâl e, insiemi cun altris doi fantats (Paolo Stradaioli e Giulia Guanella), si sin metûts in vore par rivâ a chest grant obietîf.
O vin lavorât par plui o mancul un an par preparâ il centri, individuant la nestre sede e organizant dut ce che al coventave, fin che o sin rivâts ae tant spietade zornade di scree di Casa Langer, che e je stade ai 9 di Setembar dal 2023.”
_
Parcè vêso decidût di dedicâ il centri culturâl a Alexander Langer?
“O sin vignûts a cognossince de figure e des ideis di Alexander Langer midiant di un libri che i è stât dedicât, e cussì o vin vût mût di viodi cemût che i siei ideâi a spieglassin cetant i nestris.
◆ Langer al è stât un politic e scritôr sudtirolês che al fevelave di un mont ideâl che ducj o varessin di aspirâ, basât su la conversion ecologjiche, su la convivence pacifiche tra popui, sul podê e su la impuartance dal dialic. Al è stât un dai promotôrs dal partît dai Verts in Italie e in Europe, e al à concentrât lis sôs capacitâts inteletuâls e politichis su tematichis tant che il rapuart tra Nord e Sud dal mont, la situazion dai paîs de Europe dal Est, lis dinamichis de integrazion europeane, la lote cuintri de vuere e la poie ae conciliazion tra popui. Cun di plui si è focalizât cun grande dedizion su la situazion dal Sudtirôl e sul rapuart tra lis diviersis comunitâts linguistichis, e par chest al è stât dispès a Vençon par discuti de tematiche, stant che il Friûl al è une Regjon siore di minorancis linguistichis.
◆ La passion e la determinazion che si è dedicât a ducj chescj temis nus à puartâts a dâ il so non al centri culturâl: al è alc di simbolic, e midiant di chel o volìn impegnâsi a mantignî vivis e a slargjâ lis sôs ideis, lant daûr dal so esempli miôr che si pues.”
_
Cuâi sono i obietîfs principâi che si sês dâts?
“Un obietîf che al è ae fonde dal nestri impegn al è dal sigûr chel di proponi un gjenar di culture continuatîf, che al vadi indevant ancje inte stagjon invernâl. Ogni an, di fat, di Istât si organizin une vore di iniziativis di caratar culturâl, intant che dilunc dal Invier cheste cuantitât e cale a colp.
Par nô al è duncje essenziâl meti a disposizion un spazi dedicât ai incuintris e ae condivision di contignûts che al sedi viert a ducj dulinvie dal an.
◆ Un altri obietîf impuartant che si sin dâts al è chel di ridusi, par tant che al è pussibil, la disparitât culturâl tra paîs di provincie e citât, dal moment che tantis personis, massime zovins, si sintin in dovê di lassâ il lôr paîs (che al ufrìs pocjis oportunitâts di caratar culturâl) par trasferîsi in grandis citât che a ’nt ufrissin un numar tant plui grant.
O vin fat câs a cemût che a Tarcint e dulintor al mancji un spazi fisic dulà agregâsi e cognossisi, imparâ, ilustrâ a chei altris lis propriis esperiencis, scambiâsi opinions e condividi interès, e nus à parût just creânt un di zero, cu la sperance che cul passâ dal timp al vegni simpri plui valorizât.”
__
Cualis sono lis vuestris impressions su chest prin periodi di ativitât di Casa Langer, e cuâi sono cumò i vuestris progjets?
“Ancje se Casa Langer e sta dome scomençant a movi i siei prins pas, o notìn cun plasê che si sta za creant un zîr impuartant di personis dal teritori che si mostrin curiosis bande lis ativitâts che o organizìn e interessadis par diviers motîfs a tignî viert chest spazi gnûf.
◆ I progjets che o stin puartant indenant al moment a tocjin variis tematichis e a son struturâts in mûts diviers: dai incuintris che si fasin ogni joibe di sere li che o frontìn in libertât ogni setemane une tematiche divierse, ai cors di formazion (un cors di scriture che al dure doi mês e un cors avanzât di todesc), des leturis par fruts che o stin planificant di organizâ un vinars sì e un no in orari pomeridian, ai laboratoris di vari gjenar che si fasaran di sabide.
◆ Par ce che al tocje il mês di Novembar, o volaressin proponi gnûfs laboratoris a teme, e o sin vierts a dâ acet a eventuâls gnovis propuestis de bande di cui che al sedi interessât.
Di là des ativitâts specifichis che o vin organizadis, o volaressin ancje fâ di Casa Langer un spazi viert a ducj chei che a vuelin doprâlu par lavorâ, magari puartant il lôr computer di cjase, condividint cussì chest lûc insiemi.” ❚

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +