Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

ATUALITÂT. Il teatrin de superficialitât

............

Un gnûf teatrin cuintri dal furlan a Pordenon, protagonistis superficialitât e pocje cognossince. Chescj i fats. La gnove leç regjonâl sul furlan (29/07) e previôt di fat che i toponims uficiâi par furlan a sedin proponûts de ARLeF (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane) in cunvigne cui Comuns. A Pordenon, come cun ducj, la Agjenzie e presente lis propuestis dai nons e i domande, dentri di 60 dîs, di fâi vê lis osservazions dal câs. Il Comun al à votât par gjavâsi fûr de aree furlanofone, ma la procedure no je inmò sierade e duncje al è dentri de aree di atuazion de leç.
Chê che e je une semplice domande la assessore Giulia Bevilacqua le mude in oblic fevelant al Gazzettino: “viene imposto, con tanto di obbligo entra sessanta giorni, di cambiare nome ai quartieri”; l’autôr dal toc al zonte “Il documento regionale è piuttosto perentorio: entro sessanta giorni la cartellonistica delle frazioni dovrà adeguarsi alla lingua friulana: via tutti gli attuali cartelli per essere sostituiti con i nuovi nomi in lingua”. Intun articul dal Messaggero Veneto al è il sindic Sergio Bolzonello a fevelâ di “lettera dell’Agenzia regionale che ci vuole obbligare a cambiare la toponomastica” par zontâ un “avevamo ragione a uscire subito…”.
La superficialitât tal frontâ chest argoment e ven fûr ancje li che la assessore e dîs sul Gazzettino “Non c’è assolutamente nulla contro il friulano che in alcune aree del nostro territorio viene parlato”. Ma no si vevino gjavâts fûr de zone furlanofone par vie che tal lôr teritori la lenghe no ven fevelade?
LA SGRIFE
Come che si lei, la Arlef e à chê di decidi cu lis comunitâts locâls i nons dai toponims, justementri. No come il stât Talian, che al à imponût nons di famee e nons di vilis. Rivant a voltâ il non “Muscli” – il paîs dongje Çarvignan – in… “Muscoli”! Po ben, ce fuarts!
Redazion

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +