Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

EUROPE. Dai gjachetins zâi aes cjamesis neris

............

Jenfri dai gilets jaunes ancje grups
che a rapresentin lis identitâts
e lis rivendicazions des nazionalitâts

Dai gjachetins zâi aes cjamesis neris fintremai ai dirits dineâts. Tra i fats che a àn segnât il passaç dal 2018 al 2019 a son lis protestis di place tal Stât francês, la jentrade tal Parlament regjonâl de Andalusie de ultradiestre di Vox, e la risoluzion in cont de situazion dai dirits fondamentâi in Europe fate buine ai 19 di Zenâr. Par sigûr, lis mobilitazions che a son tacadis ai 17 di Novembar dal an passât tal Stât francês e che a van ancjemò dilunc sù par jù dutis lis setemanis, a confermin plui in gjenerâl che inte societât e inte politiche europeanis a son diviersis cuistions viertis, penzis e delicadis. Dificoltâts economichis e sociâls che a son une vore concretis e reâls, e che la lôr percezion distuarte lis sglonfe ancjemò di plui, si zontin cul lâ al mancul dal welfare e cui limits de politiche, massime par ce che al tocje partecipazion, rapresentance e decisions.
Daûr – o framieç – dai gilets jaunes a son un grum di sfumaduris di zâl, cun posizions che a van de drete ae çampe, tra nazionaliscj fanatics che a volaressin un guvier militâr in stât di garantî leç e ordin e di parâ vie i imigrâts, massime chei di religjon islamiche, e int che e fâs indenant rivendicazions di caratar economic e sociâl, no à nissune pôre dal “om neri” e impen e domande garanziis di integrazion e di sigurece sociâl ancje pai gnûfs rivâts. Il pont di incuintri di ducj cuancj e je la oposizion viers dal president Macron, che in tancj di lôr lu clamin “Macaron” e viers des sôs sieltis politichis e ancjemò di plui di chel che al rapresente: un podê che al è lontan de int, che si declare europeist e che al rapresente une Europe intergovernative e economiciste (che paradossalmentri tancj sovraniscj, ancje tra chei che a manifestin a Parîs e inaltrò, a volaressin ancjemò plui intergovernative e smamide…) che e à pardabon pôc atrat. Cun di plui, jenfri dai gjachetins zâi a son ancje grups che a rapresentin lis identitâts e lis rivendicazions dai teritoris periferics e des nazionalitâts, cemût che e mostre la presince di tantis bandieris bretonis e soredut ocitanis tes manifestazions di place.
Tal Stât spagnûl, intant, e cjate une gnove conferme la regule che se la competizion politiche si zuie soredut tal cjamp dal nazionalisim conservadôr e reazionari, al sarà simpri cualchidun plui nazionalist che al vuadagnarà posizions: vie par chescj agns, a diestre dal Partido popular (PP), a son cressûts i Ciutadanos (Cs) e cumò, ancjemò plui spagnoliscj e nostalgjics dai “biei timps di Franco” a son chei di Vox, che tes elezions regjonâls dai 2 di Dicembar in Andalusie a àn cjapât dodis sentis e a son deventâts fondamentâi pe formazion dal gnûf guvier autonomistic (PP e Cs), vuidât di Juan Manuel Moreno (PP), il prin president regjonâl di chenti che dal 1982 incà nol è dal Partît socialist (PSOE).
Vie pal mês di Zenâr, simpri tal Ream di Spagne, là che ai 12 di Fevrâr al è tacât li dal Tribunal Supremo di Madrid il procès cuintri dai leaders indipendentiscj catalans, si à fevelât almancul in dôs ocasions di minorancis e di dirits, palesant mancjancis e preocupazions. Lu àn fat Fernand de Varennes, che al è daûr a prontâ une relazion specifiche pe ONU pal 2020, e che al à presentât lis sôs osservazions preliminârs in cont de situazion intal Stât spagnûl, e i rapresentants di A Mesa pola Normalización Lingüística, che vie pal 2018 e à tirât dongje passe tresinte denunziis di discriminazion e violazion dai dirits linguistics in Galizie.
Plui in gjenerâl, chel dai dirits fondamentâi al è un probleme che si palese in dute Europe. Lu marche ancje la gnove cjolte di posizion dal Parlament european su chest argoment. La risoluzion (reladôr Josep Maria Terricabras, Alliance libre européenne), che si riferìs al 2017, e palese une cierte preocupazion pes discriminazions a dam di feminis, minorancis, imigrâts e pes violazions de libertât di espression. ❚
Marco Stolfo

L'editoriâl / Macroregjons, une oportunitât di racuei

Alessandro Ambrosino - Graduate Institute, Gjinevre
Lis strategjiis macroregjonâls a son la ultime “invenzion” UE par favorî la cooperazion teritoriâl. Trê di cuatri si incrosin in Friûl Intai ultins agns, la Union Europeane si è sfuarçade in maniere vigorose di vignî dongje di plui ai citadins e – su la fonde di chest cambi di rote – e à ricognossût une […] lei di plui +

Il numar in edicule / Jugn 2022

Dree Venier
Jugn 2022 – L’EDITORIÂL. La multiculturalitât e valorize il grant e il piçul / (L)INT AUTONOMISTE. Il pericul centralist al è tal Dna dai partîts talians / PAGJINE 2 – LA STORIE. Di Udin a Pesariis par promovi la mont e i prodots furlans / INT DI CJARGNE. Aziende Agricule Rovis Sabrina di Davài di […] lei di plui +