Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

EDITORIÂL – Model Friûl e guvier dal teritori

............

Intal ricuart dal cuarantenâl dal taramot, si à fevelât de ricostruzion e di chel che i disin “Model Friûl” (MF) che par me al è, prime di dut, il risultât no intenzionâl di interazions complessis – tecnichis, sociâls e culturâls ma ancje politichis istituzionâls – che si son gjeneradis intal post taramot e cence nissune particolâr regjie centrâl. Par cierts aspiets al è stât un unicum, par altris al pues jessi ancjemò un bon model di aplicâ in câs di catastrofis. Ma al à tant di insegnâ ancje inte metodiche dal “guvier dal teritori” in cundizions di normalitât.
__ Se par “guvier dal teritori” o intindìn l’insiemi des leçs, normis e struments tecnics aministratîfs che a regolin i intervents sul teritori, no podìn no tignî cont di une idee di ben public che si à di perseguî. Cemût intindi il “ben public”? Dal sigûr, la idee che indi à il stât centrâl e je divierse di chê di un piçul comun di mont. Il MF nus dîs che nol è ben public plui grant dal teritori stes e de sô autonome “ecogjenesi”: al è l’autoguvier dal teritori il ben public dal teritori.
__ Il MF al è, duncje, la afermazion di un ordin ontologjic (cence cjasis siguris nol è un teritori sigûr, ni une rêt di comunitât, e nancje une economie) ma ancje la afermazion di une mission deontologjiche: il destin dal teritori al è intes mans di cui che lu vîf! Assumisi fin in fonts e a nivel locâl il compit e la responsabilitât di sigurâ un futûr al propri teritori al è la etiche dal MF e il vêr messaç ae atualitât e al “guvier dal teritori” (e, forsit, al guvier tout court).
__ Intal fâ chest, il MF al à concepît il podê politic tant che un podê condividût e dal bas bande l’alt o, o disaressin vuê, di “sussidiarietât verticâl”.  Se al è cussì, alore, une atualizazion pussibile dal MF e à dôs implicazions operativis impuartantis:
1. Come che, cuarante agns indaûr, il teritori furlan al è stât ogjet e subiet di un procès di ricostruzion dal bas, al pues vuê, che si è esaurît il lunc cicli de espansion edilizie e dal consum conetût di teren, cirî di passâ fûr une crisi, partide za intai prins agns 2000, deventant ogjet e subiet di une ricualificazion largje e profonde (che o ai miôr definî “rigjenerazion”). Al baste che il procès nol sedi planificât e gjestît dal alt in maniere verticistiche e burocratiche ma smicjant invezit ae autonomie massime dai sogjets teritoriâi (sussidiarietât verticâl e orizontâl), compatibil cu la sostignibilitât ambientâl.
2. Ae Regjon i tocje ancjemò il compit, disfrutant la sô Specialitât e delegant al Stât il mancul pussibil, di dâ la direzion al procès. Magari cussì no, no je daûr a fâlu di almancul vincj agns e lis consecuencis si viodin (l’eletrodot Redipulie-Udin Ovest al è li a testemoneâlu!). Ai Comuns e aes lôr agregazions si à di dâur il compit di coordenâ e di planificâ i intervents. Ai privâts citadins e aes impresis chel di concori il plui pussibil ae buine riessude dal risultât finâl.
✒ Sandro Fabbro, professôr di Urbanistiche inte Universitât dal Friûl

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +