Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

E cumò i bêçs dai pensionâts furlans a van a sglonfâ la panze dal Venit

............

✽✽ Intant che o jerin in stampe, la Zonte regjonâl ai prins di Otubar e à sospindude la decision… nancje che nus vessin spiât intant che o preparavin il gjornâl.
– Al pararès che il Fonts teritoriâl pe previdence complementâr dal Friûl-VJ al sarà abandonât, in pratiche, ancjemò prime di nassi. Il strument – presentât intal Lui dal 2011 e istituît cu la leç 199, aprovade dal Consei regjonâl intal Jugn dal 2012 e fuarte di 3 milions di stanziaments – al è restât fin cumò improdutîf e une serie di “coincidencis” a stan a dimostrâ che forsit nol è rivât a catalizâ chel interès che si spietavisi. Par ce che al somee, par esempli, no si è cjatât fin cumò il timp par aprovâ statût e regolament e nancje par nomenâ i organisims di gjestion (e chest al podarà someâ tant strani, tratantsi di poltronis).
– A decretâ però la fin malmadure e sarà il vie libar che la Regjon si prepare a dâ ae adesion dai dipendents dal Compart unic regjonâl (16 mil tra Aministrazion regjonâl e Ents locâi) al Fonts contratuâl nazionâl Perseo. Alore, propit i dipendents dal Compart unic e chei de Sanitât a costituivin il “nucli” che ator di chel al zirave dut il progjet dal Fonts regjonâl, che al jere responsabil l’economist Stefano Miani e che i vevin contribuît dutis dôs lis universitâts regjonâls, supuartadis de Bancje di Cividât: une platee potenziâl di 36.500 dipendents, che tra chei il studi di fatibilitât dal Fonts al prospetave un nivel di adesion dal 25%. A chel numar si contave di zontâ 23 mil dipendents privâts, cuntune penetrazion dal 10% intes Pmi e dal 1% intes “grandis” aziendis, e un altri 1% di autonoms, fin a rivâ a chê cuote di 33.500 iscrits segnade tant che soiâr pe cuviertidure dai coscj fis.
–  Ma, simpri secont Miani, a jerin stimis prudenziâls, ritignint che in F-VJ a esistessin dutis lis cundizions pal inviament (e pal prosperâ) di un Fonts pensionistic su base regjonâl, un pôc cemût che al è za sucedût intal câs dal Trentin-Sud Tirôl, che il so Laborfonds al conte plui di 100 mil iscrits. Tra i vantaçs dal Fonts teritoriâl, Miani al veve rimarcât par altri chel di garantî la continuitât de previdence complementâr ancje in câs di passaç dal lavoradôr a un altri setôr di vore, fat che invezit, in câs di adesion a un Fonts contratuâl (come che al è par esempli Perseo), al compuarte la cessazion de contribuzion. E se l’economist al veve enfatizât cemût che la prioritât e fos chê di “massimizâ il rindiment dai invistiments a benefici dai iscrits”, al veve ancje però sotlineât a clâr cemût che la nassite dal Fonts teritoriâl e varès rapresentât une altre ricjece pal Friûl-VJ, che al varès podût beneficiâ des ricjadudis gjeneradis des disponibilitâts finanziariis che si saressin podudis invistî sul teritori. Dut a vantaç dal disvilup de regjon: robe che – in periodi di crisi, carence di licuiditât e credit crunch – di ciert no sarès lade mâl.
– Ma se il Fonts regjonâl al sprofonde, nol è dome dute colpe di Perseo. A gjestî il “secont pilastri” previdenziâl dai lavoradôrs dal Friûl Vignesie Julie e jere stade di fat metude Friulia Sgr, la societât di gjestion dal sparagn “dedicade in maniere esclusive ae gjestion di Fonts di invistiment no speculatîf” e costituide “par rispuindi a une domande cressinte di gnovis tipologjiis di intervent a poie de inovazion e par cjapâ oportunitâts di marcjât in ambits specifics di invistiment”. Alore, e je chê stesse Friulia Sgr che e je cumò confluide in Friuli Veneto Sviluppo Sgr (o plui in curt Fvs Sgr), o ben la societât di gjestion dal sparagn che e sarà “vuidade” di Veneto Sviluppo (che al à acuisît il 51% di Friulia Sgr). Cemût che a àn ricognossût i doi Governadôrs – Debora Serracchiani e Luca Zaia – al at de costituzion dal gnûf ent, “cu la nassite di Fvs Sgr ognidun di nô al rinunzie a un bocognut di autonomie”.
– Insume, che al sedi Perseo o Fonts previdenziâl – a chest pont – “interregjonâl” (là che però l’unic a meti risorsis frescjis al sarès il Friûl-VJ, a dut vantaç de dotazion di un Fonts a maiorance venite), pôc al cambie… ❚
Linux

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +