Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

CULTURE – IL FRIÛL TAL ETERE. La tele di Istât

............

Cuant che si impie la television, fra il cjalt dal Istât e il no savê ce fâ, al cjape un sintiment di disperazion. Il timp di chê stagjon “in onde” si implene di “vueit”. Al mancje di une prospetive e di une sô lidrîs di contignûts. Ce barbe vê a ce fâ cun replichis, televenditis e teleimbonitôrs, telefilms americans dai agns Otante, e altris stupidets. Paraltri,  si capìs: al è il timp des vacancis e gjornaliscj, operadôrs, autôrs – esistino inmò? – a varan ancje i lôr dirits. Al moment, duncje, ancje lis nestris amiralis, lis televisions plui pandudis – Telefriuli e Free – a àn fermât dutis lis lôr produzions, che no sedin chês informativis. E dut câs, a “kilometri zero” ancje lôr: i tg a continuin a lâ indenant pe lôr strade, ma a rancs ridots, cun mancul servizis in esterne – lis troupes no si movin che no sedin muarts o fats di croniche impuartants – e si regjistre un increment al ricors di imagjins di repertori e di intervents al telefon di ospits, in direte o no. Cuant che al va ben, l’ospit al è invidât in sede e la interviste e à tant che sfont i cuadris o i esternis de redazion.
La sfide che lis emitentis a varan di chi al inizi de gnove stagjon e sarà chê di miorâ e di potenziâ il segnâl digjitâl. In ciertis zonis di mont, chês plui periferichis, Tf al è sparît dopo dal switch off, si ben che e sedi la tele plui pandude in FV-J. Free e à une cuvierzidure a maglis di leopart, ma a son plui chei che no le viodin che chei che le viodin. La triestine TeleQuattro (e à la redazion furlane a Udin, a Palaç Antivari) no si capìs invezit dulà che si rive a viodi, di ca dal Timâf.
Che la polse, di nô sbeleade, e puarti almancul cualchi soflade di novitât tai palinsescj de prossime Sierade, che su di lôr no si sa ancjemò nuie. Cualchidun al varès bisugne di une indreçade. Cjapait “Free”, che e samee simpri plui a maç e bandon. Tai ultins trê mês, la tv di Panto – che si jere vendude tant che la gnove tv dal Friûl e dai furlans – e je lade daûr di une vere e proprie “triestinizazion” dai contignûts. Il talk di atualitât “Sottosopra”, a un ciert pont si è dedicât dome ae citât alabardade, ai candidâts sindics e ai “Bandelli boys”, cussì come che il talk dal prin dopomisdì “Meridiana” al veve lis “mulis di Parenzo” ae conduzion. Alore, a chest pont, che no le clamin plui “Free tv”, ma “Free – TS”.
REDAZION

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +