Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

ATUALITÂT. La regjon e gambie muse… coventavial?

............

Il gnûf logo dal turisim regjonâl, che al mande in pension «Ospiti di gente unica», al à dai ponts positîfs ma, tant che dutis lis robis, ancje dai ponts negatîfs valutâts sogjetivamentri de bande mê, ben si intint.
Al salte fûr di Fabrica, «the Benetton group communications research center» (www.fabrica.it), che al è soredut un laboratori di creativitât peât in particolâr a lis causis sociâls e là che si fâs un tic di dut, da la fotografie a la editorie.
I ponts positîfs_  Al pensione la patache che o dopravin fin cumò che e jere pardabon ingombrante e, cun chel efiet di scuasi retinadure di dificil leture soredut in piçulis dimensions e in blanc e neri. Al jere un logo pardabon brut, indefinît, cuntune font di scriture vecje e, partant pôc promozionâl.
Chest, secont me, al à penalizât ancje il pay off, «Ospiti di gente unica» definît masse autoreferenziâl (ma in publicitât disêtmi voaltris cuâl che al è il prodot che justementri no si consideri il miôr par vinci la concorince…) e che al à paiade une compagnie sclagne, e che par me nol jere di butâ vie considerâts i investiments bielzà fats su di lui: al sarès bastât un restyling. Cun di plui al è esenziâl e, partant, al ten dûr a la sô funzion di posizionament intune publicitât; al risolf il probleme di un non regjonâl masse lunc e penalizant te leture e la convivence cul pay off semplicementri tirantlu dentri: «li ve = live». In ultin, al è atent a une grafiche plui moderne.
I ponts negatîfs_ Oltri a presentâ une soluzion parele a chê de Slovenie, mi somee cetant compagn (inclinazion, ricuadri, caratar a baston) a di chel dal Trentin, fat che – mi si dîs – indiretementri al è saltât fûr te presentazion. O ricuardi che Trentin e Slovenie a son concorints confinants dal Friûl-Vignesie Julie. Cu la agravant che il Trentin al sta bandonant chest so tipo di logo rindintlu plui colorât e emotîf ancje parcé che al sparive te comunicazion.
Chest a pene presentât in regjon al è un logo grafic e frêt cun colôrs dûrs, punk, di design. In chest al rispuint a un target ridot e a la filosofie di Fabrica. Mancul a chel di une promozion emotive cuale che e je chê turistiche.
Doi colôrs indivisibii (pene la pierdite dal pay off) a ridusin la leibilitât: no lu ai immò viodût, par esempli in blanc e neri e su celest nome in grandis dimensions; in piçulis dimensions si lu piert se al nol vîf su sfont blanc.
Al è bielzà stât presentât tant che campagne: [li ve]trieste, par esempli. Partant, cuntune fruizion no di logo ma di slogan, robe che centre nome che in part cu la marcje e che à la ande di furbade impositive. O ricuardi che, fatis salvis pocjis ecezions (par esempli: il «pennello Cinghiale») une campagne publicitarie e dure chel tant a difarence di une marcje che e à di durâ plui a dilunc.
No si sa ben se al ten daûr a une strategjie di prodot o si è cirude dome une forme grafiche.
Al è stât imponût a stagion bielzà tacade: par solit lu si presente o prime o a la fin par evitâ confusion cul materiâl preesistent.
Conclusions_ Par tirâ lis sumis, o vevin dibisugne cence altri o di un restyling dal logo vecjo o di un gnûf logo dome che no sai se cheste soluzion e risolf i problemis.
O crôt che il coment plui just al sedi chel di un blogger di bora.la (un blog che al fevele di ce che al sucêt a Triest e in regjon, ndr): «Più che una bella novità, mi sembra una brutta sconfitta per il «logo» precedente».
Ma o speri di falâmi parcè che in fin dai conts un logo al dipent de sô aplicazion tal materiâl che al vignarà produsût e chest, par solit, al determine la grande emozion che e convinç a la spese. L’auguri che o fâs al turisim regjonâl al è che che la novitât dal gnûf logo al sedi almancul il sproc par une produzion di materiâl turistic pardabon gnûf e plui di cualitât, modernementri informatîf, coinvolzent e eficaç e che nol finissi dome cul jemplâ i magazins des AIAT.
Indrì Fisôl

(L)Int Autonomiste / Un popul cence plui vôs in cjapitul

Dree Valcic
✽✽ Nol è par fâmi i fats di chei altris, ancje se o sai benon che ae fin in ogni câs i efiets a saran deleteris ancje pai furlans, ma o crôt di interpretâ un sintiment slargjât e un dubi gjenerâl, domandantmi parcè che a àn fat colâ Draghi. No si trate, che al sedi clâr, […] lei di plui +