Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

ATUALITÂT – Il Consei di Europe, lis minorancis linguistichis e la Italie dismenteote

............

No trop timp indaûr, il Comitât consulîf Consei di Europe su la aplicazion de Convenzion cuadri pe  protezion des minorancis nazionâls al à vût mût di esprimisi su la situazion europeane des lenghis minoritariis cuntun document clamât par noaltris “Tierce Opinion su la Italie”. Marco Stolfo e ancje il Comitât 482 a àn vût mût di segnalâ la cuistion sedi sui gjornâi che in rêt, ripuartant in struc il document dal Consei di Europe. Une fotografie pôc incoragjante pal Friûl (parcè che in Europe, fevelant de Italie, si fevele ancje dal Friûl e di ducj chei altris teritoris li che a son tuteladis lenghis minoritariis), indulà che lis lenghis come il furlan, sloven o todesc a son judadis a tocs, mostrant pocje volontât tal meti in vore lis leçs e lis indicazions claris che a vegnin de Europe su la cuistion dal rispiet des minorancis nazionâls. Il document al è impuartant parcè che al è un lavôr che nol pues jessi considerât di part, tant che al sanzione cun pocje recuie lis mancjancis de politiche di chenti e di chê dal stât talian. I temis segnalâts a partissin de scuele, indulà che l’insegnament dal furlan al varès di jessi fat par leç, e li che al è domandât simpri di plui de int cuant che e iscrîf i fruts. Un dirit che al è çuet, par vie de mancjance di un regolament atuatîf regjonâl, par finanziaments simpri plui inadeguâts, pes mancjancis dai ricognossiments des competencis dai docents, e nol finìs achì. Sul plan de informazion, il segn al è ros pal furlan. Se e je vere che cul digjitâl terestri la comunitât slovene e à finalmentri un canâl te sô lenghe che al rive pardut là che e vîf la minorance, pal furlan… nuie di nuie. La RAI, organisim statâl, e “dismentee” i impegns de leç e e ignore il so rûl. Sul plan des aministrazions publichis, si ricognòs di vê fât alc cui sportei pe lenghe, cu la ARLeF e v.i., ma si dîs che nol è suficient, par vie che lis iniziativis a son inmaneadis in particolâr dai comuns e des provinciis, mentri che la Regjon cui intervents di sô competence direte no fâs cuasi nuie, dismenteantsi di vê a ce fâ cuntun biel pocjis di personis che a fevelin chenti (ancje) une altre lenghe.
Sul plan finanziari, il Comitât consultîf dal Consei di Europe al ten cont la dificoltât economiche gjenerâl mondiâl, ma nol fâs di mancul di dî che taiâ cence criteri lis risorsis pes lenghis minorizadis al vûl dî judâlis a murî, no a vivi. Une tirade di orelis ae Italie in gjenar e ven ancje par vie de  intolerance soredut tai confronts dai grups nazionâi e sociâi plui debui, tant che i rom e i sinti. Ma chest cjapitul nol lasse fûr nancje il fat di segnalâ i stereotips/semplificazions che lis comunitâts locâls (slovene in primis e furlane subit dopo) a àn di supâsi plui di cualchi volte di bande dai gjornâi e dai organisims di informazion. Di fât, sui gjornâi no si à sintût nuie su chel document culì (a ecezion dai doi intervents ricuardâts parsore e di pôcs altris grups). Ni, tant di mancul, si è sintût a dî un beât amen di nissun aministradôr. La Europe dai popui, di ducj i popui, e à ancjemò di jessi metude adun.  Il document complet si lu cjate chi:
http://www.coe.int/t/dghl/monitoring/minorities/3_fcnmdocs/PDF_3rd_OP_Italy_en.pdf
Mauro Della Schiava

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +