Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

VIERZIDURE – Al sofle aiar gnûf sul Friûl

............

Cambiament: al è chest il sens plui sclet dai risultâts che a son vignûts fûr des elezions aministrativis davueltis in Mai. E la situazion e ven ben fotografade se si cjale i tancj Comuns inte nestre tiere che a àn sielzût di gambiâ, di voltâ pagjine parcè che al jere vignût il moment di sierâ cu lis aministrazions in cariche. Chest al è sucedût intune vore di puescj: di Triest a Palme, di Codroip a Majan, di Cordenons a Tarcint, di Dael a Nimis.
SI VA A ÇAMPE, MA NO PAR DUT_ Tant che in dute Italie la plui part dai Comuns e à svoltât a çampe, ma ator pe Patrie nol è stât simpri cussì. Baste cjalâ ce che al è sucedût a Codroip dulà che il vicepresident de Provincie di Udin Fabio Marchetti al à puartât il Comun a drete, daspò 18 agns di guvier des aministrazions çampinis di Giancarlo Tonutti e Vittorino Boem. Si trate di un test che par sigûr al è stât significatîf parcè che al è stât l’unic esperiment di aleance fat dal Partît Democratic cul Tierç Pôl – la formazion di centri che e meteve adut la Union di Centri di Pierferdinando Casini cui finians di Futûr e Libertât. La prove no je lade masse ben, e Marchetti al è lât a gnocis. Ven a stâi che no somein cuissà ce lis pussibilitâts di ripeti chest acuardi in avignî, dal moment che invezit la sielte di un front compat a çampe e permet di vê risultâts cetant miôr.
I ERÔRS PLUI ECLATANTS DAL CENTRIDRETE_ A Triest chest front compat si è dât dongje zaromai des primariis che a àn sielzût Roberto Cosolini, segretari locâl dal Pd, tant che sfidant pal successôr di Roberto Dipiazza. Intant che a centri-drete si scurtissavin par decidi cui che al veve di jessi il candidât e a ‘ndi vignivin fûr cinc (Roberto Antonione, Franco Bandelli, Michele Lobianco, Massimiliano Fedriga e Edoardo Sasco), la scuadre di Cosolini si è mote ben e la unitât e à paiât. Cussì al è stât ancje a Palme, dulà che il sindic in cariche Federico Cressati al à pierdût la cjadree ancje par vê fat intindi di jessi disponibil a resonâ in mert a un gnûf centri comerciâl di fûr dai mûrs de citât stelade. Francesco Martines, conseîr provinciâl Pd, al à savût interpretâ chest marum e la int lu à sielzût.
LISTIS TRASVERSÂLS_ La çampe e monte in scran ancje a MaIan dulà che daspò diesinis di agns (prin di guvier Dc, daspò Fi e Pdl) i moderâts a molin li sbrenis dal Comun lassant a cjâf dal municipi Raffaella Paladin, 41 agns. La stesse etât di Celio Cossa, gnûf sindic di Tarcint, che al à batût il prin citadin in cjarie, Roberto Pinosa, penalizât soredut de nassite di un comitât popolâr cuintri dal progjet di fâ su une centrâl par brusâ biomassis e de defezion di Michela Gasparutti, impuartant pont di riferiment dal Pdl locâl, che no je jentrade in liste pal consei comunâl pe prime volte di 18 agns incà. Tarcint e Majan a son stâts esemplis di listis une vore trasversâls, dulà che çampe e drete si son messedadis in maniere no simpri clare. Stesse robe e je capitade a Tor di Zuin dulà che Roberto Duz, candidât dal Pd, al à vût la poie di trê oms che in paîs ducj a coleghin al Pdl. Se si tratave di une grande coalizion la int le à fate subit deventâ piçule parcè che il sindic Roberto Fasan al è stât riconfermât. Al è l’unic câs forsit dulà che la int e à sielzût un candidât autonim in oposizion aes fuarcis che a fasin riferiment ae politiche taliane.
AUTONOMISCJ? N.P._ Pecjât che nancje a Tor di Zuin no si pues fevelâ di un candidât autonomist, parcè che no si son viodudis in chestis elezions listis di cheste fate, che a fasin pensâ a une rinassite e idee di un Friûl che al cjape decisions a cjase sô scoltant prin di dut i siei citadins e lant daûr ae vocazion di un teritori che al à simpri cirût di esercitâ une fuarte forme di autoguvier. Un model che al è ancje rapresentât des lenghis de nestre tiere: nol è un câs che il vecjo e gnûf president de Provincie di Gurize, Enrico Gherghetta, al à zurât par talian, furlan e sloven.
Ma chestis elezions a saran di memoreâ ancje pe biele flabe di Nimis, dulà che a 68 agns sunâts al è deventât sindic Walter Tosolini, colone dal Pd. Daspò cuarante agns di politiche di podê contâ, il gnûf prin citadin al à dât dut câs un grant segnâl di rinovament sielzint une zonte cuntune etât medie di 34 agns, ven a stâi la metât de sô.
Walter Tomada

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +