Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

“UN PAS INDEVANT, MA OCJO!”: LA PATRIE DAL FRIÛL SUL MESSÂL ROMAN IN LENGHE FURLANE / “UN PASSO AVANTI, MA ATTENZIONE!”: LA PATRIE DAL FRIÛL SUL MESSALE ROMANO IN LINGUA FRIULANA

............

.
.

“Un pas indevant impuartant, ma nol è di gjoldi masse adore” al comente pre Roman Michelot, president da La Patrie dal Friûl e component storic di Glesie Furlane, la notizie dal inizi dal iter pe aprovazion dal messâl roman in lenghe furlane decidût dal consei permanent de Cei.
Di agns impegnât te traduzion dai tescj sacris in lenghe furlane, pre Roman nol plate la sodisfazion, ma al fâs presint che l’iter nol è inmò sierât “La notizie e je buine parcè che e je la prime volte che il Consei permanent de CEI al met tal ordin dal dì la discussion: e al è un passaç obleât. Cumò i tocjarà ae Assemblee de Cei, che si darà dongje in Mai, decidi in vie definitive. O restìn cu la sperance che cheste e sedi la volte buine, ma o vin ancjemò cualchi setemane di spietâ. Sperìn di podê fâ fieste pardabon dopo de aprovazion finâl de Assemblee de CEI tal mês di Mai, se le concedarà”.
––––

“Un passo avanti importante ma attenzione a non esultare troppo presto” commenta così pre Romano Michelotti, presidente de La Patrie dal Friûl e componente storico di Glesie Furlane, la notizia dell’avvio dell’iter per l’approvazione del messale in friulano deciso dal consiglio permanente della Cei.
Da anni impegnato nella traduzione dei testi sacri in lingua friulana, pre Romano non nasconde la soddisfazione, ma sottolinea che l’iter non è concluso “La notizia è buona perchè è la prima volta che il Consiglio permanente della CEI mette all’ordine del giorno la discussione: è un passaggio obbligato. Ora toccherà all’Assemblea della Cei, che si riunirà in maggio, decidere in via definitiva. Rimaniamo con la speranza che questa sia la volta buona, ma dobbiamo attendere ancora qualche settimana. Speriamo di poter festeggiare davvero dopo l’approvazione finale dell’Assemblea della Cei nel mese di maggio, se la concederà”.

L'editoriâl / Macroregjons, une oportunitât di racuei

Alessandro Ambrosino - Graduate Institute, Gjinevre
Lis strategjiis macroregjonâls a son la ultime “invenzion” UE par favorî la cooperazion teritoriâl. Trê di cuatri si incrosin in Friûl Intai ultins agns, la Union Europeane si è sfuarçade in maniere vigorose di vignî dongje di plui ai citadins e – su la fonde di chest cambi di rote – e à ricognossût une […] lei di plui +

La tiere e la grepie / 2022: An internazionâl de pescje artesanâl e de acuiculture

Adriano Del Fabro – diretôr dal bimestrâl “SoleVerde”
Par une economie blu simpri plui sostignibile Lis Nazions Unidis a àn declarât il 2022 “An internazionâl de pescje artesanâl e de acuiculture” (Iyafa 2022), rimetint ae Fao il coordenament des ativitâts di sensibilizazion sul teme.◆ Il pes, i moluscs, i crustacis e lis alighis a son part ad implen des dietis, des ereditâts culturâls […] lei di plui +

Il numar in edicule / Jugn 2022

Dree Venier
Jugn 2022 – L’EDITORIÂL. La multiculturalitât e valorize il grant e il piçul / (L)INT AUTONOMISTE. Il pericul centralist al è tal Dna dai partîts talians / PAGJINE 2 – LA STORIE. Di Udin a Pesariis par promovi la mont e i prodots furlans / INT DI CJARGNE. Aziende Agricule Rovis Sabrina di Davài di […] lei di plui +