Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

LatteMiele… cjargnel

............

.

«Cemût aio tacât? Sintint de mê cjamare lis trasmissions al plan parsore». Gianmarco Ceconi, nassût a Tumieç, e a trê agns lât a stâ cui siei a Udin, al veve la sô stanzie sot de sede di RAN radio, in plaçâl Osôf. E al è cussì che al à tacade la cariere che lu à puartât chi a Milan, che aromai a son 25 agns.
◆ «O levi sù a viodi e a judâ, fasint esperience. E cussì, dopo lis superiôrs o soi lât a vore a Italia Network, simpri a Udin, in chê volte une des radios plui innomenadis di Italie. Prime tant che tecnic, dopo fasint intervents al microfon.»
◆ Come pal inizi de cariere, ancje rivâ a Milan al è stât un câs «Al è sucedût che Italia Network le àn trasferide a Bologne. No mi interessave lâ in chê citât, e o jeri atirât de cariere di dopleadôr. E cussì o ai decidût di trasferîmi a Milan, cjatant subit lavôr a radio One-O-One, cumò Radio 101». Gianmarco al rive ancje a lavorâ par chê altre passion: «Dopo vê fate une scuele di dopleadôr, o ai cjatât lavôr ancje in chel cjamp, massime par documentaris. O fâs ancje il diretôr di dopleadure, in plui che la vôs, e ancje par altris produzions. Cumò al ven fûr par Sky Fratelli in affari, che al è un reality, par esempli.»
◆ In radio, al è passât dopo a lavorâ par LatteMiele li che al viôt de programazion musicâl, e li che al è la vôs uficiâl, rûl che al à ancje inte television 7 Gold.
E i rapuarts cu la Patrie? «O ai la famee là, e o ai mantignût tancj amîs, che a vegnin a cjatâmi: a cjase o voi sù par jù ogni doi mês. Po dopo, cumò chi in radio al è un speaker di Buie, Matteo Osso, e si fevele par furlan. Dal Friûl – pûr stant ben a Milan – mi mancje il stîl di vite e il gustâ. Cuant che o fâs cualchi cene, o sieri ufrint la gubane, che o rivi a cjatâ ancje ca».
◆ O ai di dî che si capìs parcè che Gianmarco al fâs chest di mistîr: une biele vôs e cuntune dizion perfete tant par talian che cuant che al fevele par furlan, cun inflessions cjargnelis. Ma «par vuê al è dut, buine zornade», come che a disin i speakers, cheste volte us al dîs jo. ❚

Dree Venier

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +