Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

«Statu francese assassinu» e «Avà basta!», la Corsiche in place pe justizie e pal autoguvier

Marco Stolfo
La Corsiche in place pe justizie

In Corsiche al è stât un mês di Març segnât di une lungje rie di tensions, di manifestazions e fintremai di scuintris di place. I cors che i tegnin al autoguvier, ai dirits linguistics e ae justizie e che a àn diviersis motivazions par palesâ il lôr malstâ, tal rapuart cul Stât francês, tai ultins timps a àn vût plui di une ocasion par fâlu.
◆ Cun di fat, cundut che a son zaromai sîs agns che i nazionaliscj progressiscj cors a son al guvier de isule, a Parîs a van dilunc a no calcolâ o – piês ancjemò – a sbeleâ lis rivendicazions fatis indenant de societât corse e dai siei rapresentants politics e istituzionâi, che si feveli di autoguvier, di promozion de lenghe corse o di garanzie dai dirits dai presonîrs politics. Vie pai prins mês dal 2022, però, al è sucedût ancjemò alc di piês, che al à impiât il fûc des tensions e des mobilitazions.
◆ Un prin colp lu à dât, ancjemò in Fevrâr, pôcs dîs prime di lassâ la sô incarghe, il prefet Pascal Lelarge. Il rapresentant dal guvier statâl al à impugnât il regolament de Assemblee de Corsiche, fat bon ai 16 di Dicembar dal an passât: stant che al fevele di «popul cors» e al garantìs il dirit di fevelâ par cors in aule, al larès cuintri de Costituzion de Republiche. La rispueste dai deputâts nazionaliscj e je stade la ocupazion simboliche de prefeture di Aiacciu, daûr dai sprocs di «Populu arritu» (popul in pîts) e «Avà basta!» (Cumò vonde!).
◆ La tonade decisive e je rivade ai 2 di Març, cuant che il militant cors Yvan Colonna, in preson a Arles, in Ocitanie, al è stât agredît di Frank Elong Abé, un presonîr acusât di terorisim islamist, e dopo jessi stât ricoverât in stât di muart cerebrâl intal ospedâl di Marsilie al è muart vincj dîs plui tart.
◆ In preson pal sassinament dal prefet Érignac intal 1998, Colonna al jere daûr a scontâ une pene a vite. Il so al è un dai câs di presonîrs che, ancjemò vie pal Istât dal 2021, a varessin vût dirit di saltâ fûr dal regjim di DPS («détenu particulièrement signalé») e di jessi trasferîts intune preson de isule. In cont de sô situazion e veve cjapât posizion ancje la Assemblee de Corsiche, ma il guvier francês al veve decidût di tignîlu intune preson dal continent.
◆ La gnove de agression di Colonna e à jevât une vore di emozion e di rabie ancje parcè che no si rive a capî cemût che un at di chê fate al sedi stât pussibil, tignint cont de detenzion di massime sigurece che si cjatave a patî. Dopo de prime grande manifestazion a Corti ai 6 di Març, la int e je tornade in place ai 11 a Aiacciu, là che uns pôcs di lôr a àn assaltât il Palaç di Justizie, e ai 13 a Bastia, ancje cuntun atac ae Prefeture. Daûr dal sproc «Statu francese assassinu!» si son mobilitâts ancje i students, intant che il Consei di aministrazion de Universitât de Corsiche al à fate buine ae unanimitât une mozion a pro de liberazion dai presonîrs cors.
◆ Denant di cheste situazion, che il gnûf prefet Amaury de Saint-Quentin al à definît «dongje di un riviel», il prin ministri Castex al à revocât il status di DPS a Colonna e a chei altris che a son calcolâts tant che i siei compliç intal omicidi Érignac, Pierre Alessandri e Alain Ferrandi. Cun chê di bonâ la rabie dai cors si à movût ancje il ministri dai Interni, Gérald Darmanin, impegnât «intun zîr di consultazions» in cont dal «avignî istituzionâl, economic, sociâl e culturâl de isule». Gilles Simeoni, president dal esecutîf regjonâl, leader dai autonomiscj di Femu a Corsica e ex avocat di Colonna, al à mostrât atenzion viers de iniziative dal ministri, marcant che e covente une rispueste di sest ae domande di veretât, di justizie e di autoguvier fate indenant dal popul cors. La prospetive e je chê di infuartî la autonomie de Corsiche. Par intant, dopo dai 21 di Març, dì de muart di Colonna, inte isule a son ancjemò di plui i motîfs par berlâ «Statu francese assassinu!». ❚

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +