Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

«Statu francese assassinu» e «Avà basta!», la Corsiche in place pe justizie e pal autoguvier

Marco Stolfo
La Corsiche in place pe justizie

In Corsiche al è stât un mês di Març segnât di une lungje rie di tensions, di manifestazions e fintremai di scuintris di place. I cors che i tegnin al autoguvier, ai dirits linguistics e ae justizie e che a àn diviersis motivazions par palesâ il lôr malstâ, tal rapuart cul Stât francês, tai ultins timps a àn vût plui di une ocasion par fâlu.
◆ Cun di fat, cundut che a son zaromai sîs agns che i nazionaliscj progressiscj cors a son al guvier de isule, a Parîs a van dilunc a no calcolâ o – piês ancjemò – a sbeleâ lis rivendicazions fatis indenant de societât corse e dai siei rapresentants politics e istituzionâi, che si feveli di autoguvier, di promozion de lenghe corse o di garanzie dai dirits dai presonîrs politics. Vie pai prins mês dal 2022, però, al è sucedût ancjemò alc di piês, che al à impiât il fûc des tensions e des mobilitazions.
◆ Un prin colp lu à dât, ancjemò in Fevrâr, pôcs dîs prime di lassâ la sô incarghe, il prefet Pascal Lelarge. Il rapresentant dal guvier statâl al à impugnât il regolament de Assemblee de Corsiche, fat bon ai 16 di Dicembar dal an passât: stant che al fevele di «popul cors» e al garantìs il dirit di fevelâ par cors in aule, al larès cuintri de Costituzion de Republiche. La rispueste dai deputâts nazionaliscj e je stade la ocupazion simboliche de prefeture di Aiacciu, daûr dai sprocs di «Populu arritu» (popul in pîts) e «Avà basta!» (Cumò vonde!).
◆ La tonade decisive e je rivade ai 2 di Març, cuant che il militant cors Yvan Colonna, in preson a Arles, in Ocitanie, al è stât agredît di Frank Elong Abé, un presonîr acusât di terorisim islamist, e dopo jessi stât ricoverât in stât di muart cerebrâl intal ospedâl di Marsilie al è muart vincj dîs plui tart.
◆ In preson pal sassinament dal prefet Érignac intal 1998, Colonna al jere daûr a scontâ une pene a vite. Il so al è un dai câs di presonîrs che, ancjemò vie pal Istât dal 2021, a varessin vût dirit di saltâ fûr dal regjim di DPS («détenu particulièrement signalé») e di jessi trasferîts intune preson de isule. In cont de sô situazion e veve cjapât posizion ancje la Assemblee de Corsiche, ma il guvier francês al veve decidût di tignîlu intune preson dal continent.
◆ La gnove de agression di Colonna e à jevât une vore di emozion e di rabie ancje parcè che no si rive a capî cemût che un at di chê fate al sedi stât pussibil, tignint cont de detenzion di massime sigurece che si cjatave a patî. Dopo de prime grande manifestazion a Corti ai 6 di Març, la int e je tornade in place ai 11 a Aiacciu, là che uns pôcs di lôr a àn assaltât il Palaç di Justizie, e ai 13 a Bastia, ancje cuntun atac ae Prefeture. Daûr dal sproc «Statu francese assassinu!» si son mobilitâts ancje i students, intant che il Consei di aministrazion de Universitât de Corsiche al à fate buine ae unanimitât une mozion a pro de liberazion dai presonîrs cors.
◆ Denant di cheste situazion, che il gnûf prefet Amaury de Saint-Quentin al à definît «dongje di un riviel», il prin ministri Castex al à revocât il status di DPS a Colonna e a chei altris che a son calcolâts tant che i siei compliç intal omicidi Érignac, Pierre Alessandri e Alain Ferrandi. Cun chê di bonâ la rabie dai cors si à movût ancje il ministri dai Interni, Gérald Darmanin, impegnât «intun zîr di consultazions» in cont dal «avignî istituzionâl, economic, sociâl e culturâl de isule». Gilles Simeoni, president dal esecutîf regjonâl, leader dai autonomiscj di Femu a Corsica e ex avocat di Colonna, al à mostrât atenzion viers de iniziative dal ministri, marcant che e covente une rispueste di sest ae domande di veretât, di justizie e di autoguvier fate indenant dal popul cors. La prospetive e je chê di infuartî la autonomie de Corsiche. Par intant, dopo dai 21 di Març, dì de muart di Colonna, inte isule a son ancjemò di plui i motîfs par berlâ «Statu francese assassinu!». ❚

L’EDITORIÂL / La multiculturalitât e valorize il grant e il piçul

Zuan Marc Sartôr
Belle époque. Un student di Gurize al viaze cul tren dilunc la Südbahn (la Ferade Meridionâl, di Viene a Triest). Al torne a cjase dopo agns di studi inte universitât de capitâl imperiâl. Al à frecuentât la preseade facoltât di fisiche, là che si davuelzin lis prestigjosis lezions dal professôr Jožef Štefan, il famôs fisic […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / LA PATRIE DAL FRIÛL AL SALON DAL LIBRI DI TURIN

Walter Tomada
Dai 19 ai 23 di Mai no steit a cirînus, noaltris de “Patrie”: no sarin in Friûl, ma inaltrò.◆ No, no lìn in esili. Pal moment, jessi “furlans che no si rindin” nol è ancjemò une colpe. Salacor lu deventarà, ma pal moment o podin jessi “libars di sielzi” di lâ in “mission”. Une mission […] lei di plui +

L'editoriâl / Macroregjons, une oportunitât di racuei

Alessandro Ambrosino - Graduate Institute, Gjinevre
Lis strategjiis macroregjonâls a son la ultime “invenzion” UE par favorî la cooperazion teritoriâl. Trê di cuatri si incrosin in Friûl Intai ultins agns, la Union Europeane si è sfuarçade in maniere vigorose di vignî dongje di plui ai citadins e – su la fonde di chest cambi di rote – e à ricognossût une […] lei di plui +