Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

SLOVENIE. Ambient, culture, infrastruturis. Strategjie comune cul cluster transfrontalîr

............

A son vincjecinc i comuns de fasse confinarie di mont tra la ex provincie di Udin e la Alte Val dal Lusinç in Slovenie, che si son dâts adun intun cluster transfrontalîr. A cuvierzin une aree che e passe i doi mil chilometris cuadrâts e a contin ducj insiemi plui o mancul 57.500 abitants. Il cluster al è nassût par conciertâ in mût plui zovevul il disvilup socioeconomic dal teritori e par contrastâ il dispopolament di chestis zonis. A àn aderît ae iniziative i municipis di Dartigne, Atimis, Scluse, Dogne, Drencje, Faedis, Grimac, Lusevare, Mueç, Nimis, Prepot, Pulfar, Resie, S. Lenart, S. Pieri dai sclavons, Savogne, Stregne, Taipane, Tarcint e Torean de bande taliane, e Pleç, Tulmin, Cjaurêt, Kanal ob Soči di chê slovene.
Il progjet al è nassût dopo dal tradizionâl incuintri di principi an fra i sindics des dôs bandis dal confin, che al è stât chest an a Cjaurêt ai 20 di Zenâr. Dopo di une serie di riunions informâls che si son tignudis intai mês dopo, in Lui si è rivâts infin ae firme dal protocol di intese: ai 6 di Lui il document al è stât firmât dai sindics talians, ai 17 dal stes mês e je rivade la firme ancje dai prins citadins slovens. Il prossim incuintri, li che a saran presints esponents de Regjon Friûl-Vignesie Julie e de Slovenie, al varès di jessi il prin di Setembar. Plui indenant invezit, il cluster al podarès jessi viert ancje a sogjets di nature privade.
Il cûr dal cluster al sarà costituît dal Plan di azion transfrontalîr che, dentri de strategjie locâl dal teritori, al tradusarà i obietîfs in azions concretis su la base di temis specifics. Cualchidun di chei – i prioritaris – al è stât delineât za inte intese: la valorizazion des risorsis ambientâls, la energjie (disfrutant, par esempli, lis risorsis forestâls dal teritori e, in chest mût, produsint sparagns che a podaran jessi tornâts a invistî in altris setôrs), il turisim e lis risorsis comunis di culture, lenghe e tradizions, lis infrastruturis (mobilitât sostignibile, viabilitât e acessibilitât), la poie ae economie locâl, ae imprese e ae inovazion, la coesion sociâl e la poie ae popolazion residente e, infin, la sigurece dal teritori.
Il protocol di intese al fisse ancje i orghins che al sarà componût il cluster: il Grup coletîf di gjestion, formât di ducj i partecipants, e il Grup di Coordenament tecnic sientific formât dai rispetîfs cjâfs di grup – Alan Cecutti, sindic di Taipane, e Robert Kavčič, prin citadin di Cjaurêt (a Novembar però in Slovenie a saran lis elezions aministrativis) – che a podaran invidâ a partecipâ altris sogjets esperts par setôrs particolârs e specifics. ❚
Tjaša Gruden

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +