Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

I PROTAGONISCJ – Panciera e Correr, oms di Glesie dal ’400

Diego Navarria

Cuant che la invistidure e valeve ben un maçalizi

Antoni Panciera
Antoni Panciera

Antoni Panciera, furlan di Puart, di une famee di peliçârs. Al studie a Concuardie e si lauree a Padue. Al fâs cariere a Rome tant che segretari dal gardenâl Tomacelli che i lasse il cognon, ma lui si firme Antonius de Portogruario. Pape Bonifaci IX lu protêç, lu nomene vescul di Concuardie e, tal 1402, Patriarcje di Aquilee. Cun Bonifaci, nissun olse lâ cuintri di lui ma cuant che, tal 1404, il pape al mûr, a tachin i problemis. Il gnûf pape al vûl sostituîlu, Udin e Vignesie lu difindin, Cividât al è cuintri par no paiâ i dirits de gastaldie di Tolmin. Il Parlament de Patrie al vote a pro dal patriarcje, ma Cividât si apele a Rome.

Ae fin, Grivôr XII – cu la scuse che nol veve paiadis a Rome dutis lis beçoladis di debits lassâts dai predecessôrs – lu bute jù tal 1409 e al nomene Antonio Da Ponte, ma il Panciera nol mole la sente. Al è prudelât di Udin, dai Savorgnans e de plui part dal Friûl. La cuistion dal concili di Cividât contade in bande si siere cu la vitorie dal Panciera e l’Antipape Zuan XXIII lu riconferme patriarcje. Tal 1412 al ven fat gardenâl e al va a Rome, là che al mûr tal 1431. Al è soterât tal Vatican. Al è curiôs che a ereditâ la biblioteche dal umanist Panciera al sedi Guarneri di Dartigne che al jere stât so segretari. Di chel lassit e ven part de Biblioteche Guarneriane di San Denêl.

Grivôr XII Angelo Correr, nassût a Vignesie tal 1350, al è stât pape dal 1404 al 1415. Al è un dai pôcs papis che al à rinunziât ae sente di S. Pieri. Dopo di lui al à abdicât dome un altri, Benedet XVI, tal 2013.

Om di culture, professôr te Universitât di Bologne, vescul di Castello (e sarès Vignesie, che no veve ancjemò robât il patriarcjât di Grau), di Costantinopoli, legât pontifici in Dalmazie, Napoli e Ancone. Il so pontificât al ven intorteât dal schisme di Ocident, cun doi o trê papis tal stes timp. La cuistion e ven comedade dal Concili di Costanze tal 1415, là che Grivôr al mole il titul sore dal ricognossiment dai siei ats e dai gardenâi nomenâts di lui. Al mûr tal 1417 a Recanati, là che al è soterât. ❚

 

Libris simpri bogns / Emilio Nardini, “Par vivi”, Udin, 1921

Laurin Zuan Nardin
“Apene finidis di lei lis poesiis dal cont Ermes, il dotôr Cesare, fra i batimans dal public, al si ritire daùr l’uniche quinte preparade a zampe dal… palc scenic. Ma, pal bessologo, che il devi recità il brâf atôr di san Denel, Giovanin Tombe, ‘e ocòr une scene, e il dotôr Cesare la proviot cussì:…” […] lei di plui +

Interviste / Numb il cjan scjaladôr (e il so paron Thomas)

Dree Venier
Di un probleme ae çate al record in mont: interviste cun Thomas Colussa, che cul so Numb al sta pontant al record di altece lant sul Mont Blanc O vevi za intervistât Thomas Colussa, 40 agns, un pâr di agns indaûr. In chê volte al jere un “furlan a Milan” e al faseve il personal […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / La identitât e ven dai zovins

Walter Tomada
Une zornade di incuintri pai Conseis dai Fantats Al à fat scjas il senatôr Roberto Menia che al à declarât di volê gjavâ il furlan de scuele e dal ûs public. Al jere di un pieç che nissun rapresentant des istituzions al pandeve clâr di volê scancelâ lis normis di tutele, ma salacor a son […] lei di plui +