Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

In non dal pari e dal Trivenit

............

Si clame Roberto Morassut. Un furlan forsit, viodût il non, forsit fi o nevôt di cualchidun emigrât tal Lazi, viodût che al è nassût a Rome. Culì al è deventât prime segretari regjonâl e cumò deputât dal Pd. Par noaltris nuie altri che un di chei di Rome duncje, se nol fos che al è depositari di une leç pe riduzion des regjons di 22 a 12, cun tant di unificazions. E secont voaltris, dulà aial metût il Friûl? Naturalmentri in chel Trivenit che al va tant di mode tra i stupits: chei che no cognossin la storie e la gjeografie, ma soredut che a àn voie dome di viodi publicât il lôr non sui gjornâi.  Ignorant, viodût che te sô propueste dome la Sardegne e la Sicilie a restin a statût speciâl, cence visâsi che Val di Aoste e Sud Tirôl a àn daûr tratâts internazionâi.
Ma sino propit sigûrs che e sedi dome ignorance, malefede e no invezit une idee che e sta dentri dute tal dna dal Pd di vuê? A conferme, a son rivadis lis peraulis de ministre Boschi: nol è plui il câs di mantignî lis regjons a statût speciâl. E je tornade indaûr daspò cualchi ore parcè che al jere vignût fûr un casin, ma il tacon al è piês de buse. E dîs, di fat, la Boschi: “cheste riforme no je previodude cumò, in chest decret”. Vuelial dî che e sarà tal prossim, che dut câs i stan pensant parsore? O crôt propit di sì, che te logjiche dal centralisim, dopo lis provinciis, ur tocji propit aes speciâls.
La Serracchiani, une e doi, la prime vicesegretarie dal Pd, la seconde presidente de nestre Regjon, e à fat finte di rabiâsi te version di cjase, un tic di mancul in chê foreste.
Parcè che al è clâr, e propit Morassut al è la prove, che la linie dal Pd e je une sole: un grant Trivenit tal non de razionalizazion e dal sparagn.
E no son di bessôi: la Leghe di Salvini le pense in maniere compagne, ancje se cumò e lasse in bande la cuistion par cirî vôts talianots.
Si visaiso i cuadernis des elementârs dal secul passât cu la foto tacade in cuviertine e la scrite Vignesie Euganie, Tridentine e Julie?
A son tornâts di mode. ❚
✒ L’om di Buri

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +