Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Mai, il mês des sagris “smart”

Bete di Spere

Il mês di Mai al è cognossût in Friûl soredut parcé che, par vie di un zûc di peraulis, si dopre ben in tantis batudis come: “Si, si, ti paiarai il cont tal mês di Mai!”, o “O mi met a diete ai 32 di Mai!”, o ancje “Cuant si podaraial lâ atôr liberamentri, cun chest virus?” “Tal mês di Mai!”.
Il sant dal mês
Sant Ul, clamât in cause par vie di dutis lis cresimis e comunions di Mai.
Personaçs nassûts in Mai
Luigi Magrini (nassût ai 4 di Mai dal 1802), inventôr dal parcament. Prime di lui, ognidun molave il so cjaval cuant che rivave a destinazion, e dopo cuissà se lu cjatave o no…
Vincenzo Joppi (nassût ai 28 di Mai dal 1824), inventôr dai students in marine e dal “No sai nuie” prime dai esams.
Giampaolo Pozzo (nassût ai 25 di Mai dal 1941), protetôr dai bêçs in Friûl, un pôc mancul protetôr dai stès bêçs in Ingletiere.
Il proverbi dal mês
(reinterpretazions in timps di Covid-19)
Miôr pan cence levan che levan cence nuie.
Miôr spindi in Amuchine che in medisinis.
Apuntaments
Al prin di Mai, l’apuntament preferît da ducj i furlans: la fieste dal lavôr! Secont cualchi studi, cheste fieste e je stade inventade in veretât da un triestin. No si spieghe, se no, parcè che par festezâ il lavôr e si varès di fâ fieste e no di lavorâ, che al è un pôc come festezâ il frico stant a dizun.
◆ Mai al è ancje il mês in cui che scomencin lis sagris, ma cul distanziament par vie dal Covid-19 tocjarà lâ daûr a cualchi regule un tichinin plui limitative, e scomençâ a fâ il “smart sagring”: ognidun si compre cueste, polente e luianie dal becjâr par cont so e si fâs la gridele a cjase. Il guvier de Regjon al sta pensant in chescj dîs cemût distribuî cjase par cjase cualchi disc (in cd o mp3) di complès di musichis di sagre, come “Patty & i tropical”, “Rudy & i Weekend” o i plui nostrans “Tony & i Spritz”, o “Berly & vonde”.
Par no fâ mancjâ chel sgrisul di emozion in plui che podarès fâ vignî al furlan nostalgjie da lis sagris “in presince”, e sarâ mandade, in cualchi cjase a campion, cualchi patulie cul alcoltest. ❚

Libris simpri bogns / Emilio Nardini, “Par vivi”, Udin, 1921

Laurin Zuan Nardin
“Apene finidis di lei lis poesiis dal cont Ermes, il dotôr Cesare, fra i batimans dal public, al si ritire daùr l’uniche quinte preparade a zampe dal… palc scenic. Ma, pal bessologo, che il devi recità il brâf atôr di san Denel, Giovanin Tombe, ‘e ocòr une scene, e il dotôr Cesare la proviot cussì:…” […] lei di plui +

Interviste / Numb il cjan scjaladôr (e il so paron Thomas)

Dree Venier
Di un probleme ae çate al record in mont: interviste cun Thomas Colussa, che cul so Numb al sta pontant al record di altece lant sul Mont Blanc O vevi za intervistât Thomas Colussa, 40 agns, un pâr di agns indaûr. In chê volte al jere un “furlan a Milan” e al faseve il personal […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / La identitât e ven dai zovins

Walter Tomada
Une zornade di incuintri pai Conseis dai Fantats Al à fat scjas il senatôr Roberto Menia che al à declarât di volê gjavâ il furlan de scuele e dal ûs public. Al jere di un pieç che nissun rapresentant des istituzions al pandeve clâr di volê scancelâ lis normis di tutele, ma salacor a son […] lei di plui +