Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Mai, il mês des sagris “smart”

Bete di Spere

Il mês di Mai al è cognossût in Friûl soredut parcé che, par vie di un zûc di peraulis, si dopre ben in tantis batudis come: “Si, si, ti paiarai il cont tal mês di Mai!”, o “O mi met a diete ai 32 di Mai!”, o ancje “Cuant si podaraial lâ atôr liberamentri, cun chest virus?” “Tal mês di Mai!”.
Il sant dal mês
Sant Ul, clamât in cause par vie di dutis lis cresimis e comunions di Mai.
Personaçs nassûts in Mai
Luigi Magrini (nassût ai 4 di Mai dal 1802), inventôr dal parcament. Prime di lui, ognidun molave il so cjaval cuant che rivave a destinazion, e dopo cuissà se lu cjatave o no…
Vincenzo Joppi (nassût ai 28 di Mai dal 1824), inventôr dai students in marine e dal “No sai nuie” prime dai esams.
Giampaolo Pozzo (nassût ai 25 di Mai dal 1941), protetôr dai bêçs in Friûl, un pôc mancul protetôr dai stès bêçs in Ingletiere.
Il proverbi dal mês
(reinterpretazions in timps di Covid-19)
Miôr pan cence levan che levan cence nuie.
Miôr spindi in Amuchine che in medisinis.
Apuntaments
Al prin di Mai, l’apuntament preferît da ducj i furlans: la fieste dal lavôr! Secont cualchi studi, cheste fieste e je stade inventade in veretât da un triestin. No si spieghe, se no, parcè che par festezâ il lavôr e si varès di fâ fieste e no di lavorâ, che al è un pôc come festezâ il frico stant a dizun.
◆ Mai al è ancje il mês in cui che scomencin lis sagris, ma cul distanziament par vie dal Covid-19 tocjarà lâ daûr a cualchi regule un tichinin plui limitative, e scomençâ a fâ il “smart sagring”: ognidun si compre cueste, polente e luianie dal becjâr par cont so e si fâs la gridele a cjase. Il guvier de Regjon al sta pensant in chescj dîs cemût distribuî cjase par cjase cualchi disc (in cd o mp3) di complès di musichis di sagre, come “Patty & i tropical”, “Rudy & i Weekend” o i plui nostrans “Tony & i Spritz”, o “Berly & vonde”.
Par no fâ mancjâ chel sgrisul di emozion in plui che podarès fâ vignî al furlan nostalgjie da lis sagris “in presince”, e sarâ mandade, in cualchi cjase a campion, cualchi patulie cul alcoltest. ❚

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +