Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Il Friûl al cjale bande une gnove Europe

............

Il cuadri statâl si è di gnûf discomponût e al è dificil interpretâ ce che al podarà sucedi in Italie e cualis che a podaressin jessi lis consecuencis pussibilis pal Friûl e pe Regjon.
Si palese simpri plui a clâr – cemût che al previodeve, anzit a chest pont “al profetizave” Sergio Cecotti in timps no suspiets – che lis dôs visions vuê in cjamp in merit ae Europe (chê “junkeriste” de Merkel e dai banchîrs, cussì cjare ancje al renzisim, e chê “lepeniste” dai sovraniscj di cjase nestre, Salvini e Di Maggio) a rapresentin lis musis di une stesse medaie.
Une monede false tant che chê di Buie, dôs posizions, doi progjets che a provin a meti tal cjanton, a fâ fûr, la uniche prospetive di futûr: la autodeterminazion dai popui intune Europe che e passi il concet di stât nazion, intal rispiet di une democrazie di base, cussiente di dirits e di dovês.
Dificil, o disevin, previodi cemût che in concret chest scuintri si intersecarà cui destins locâi, se no proponintnus une campagne eletorâl continue, dulà che i problemis reâi a saran metûts in bande, par altri cun grant suspîr di liberazion de bande dai gnûfs governants.
A paiâ o sarìn in dut câs simpri nô, il Friûl, che no viodarìn nissun plan strategjic, nissun resonament di disvilup, e tant mancul nancje di rimiedi al stât di depression sociâl, economiche e istituzionâl là che si cjate.
No stin fâsi freolâ duncje di un scuintri aparent là che i interès rapresentâts a son di une classe politiche e di un stât che nol è bon di dâ rispuestis, un stât simpri plui fat sù intor di se, intun declin che nô no volìn jessi partecips.
Se il Friûl al è altri a pet di chest cuadri dramatic, e je rivade la ore di dimostrâlu.

di Dree Valcic

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +