Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Convenzion cuadri pe protezion des minorancis, gnovis tiradis di orelis pal Stât talian

Marco Stolfo

La Republiche Taliane – che ancjemò in dì di vuê no à rivât adore a dâ ratifiche ae prime convenzion dal Consei de Europe in cont di lenghis, minorancis e dirits, la Cjarte europeane des lenghis regjonâls o minoritariis, cjapade sù a Strasburc ai 29 di Jugn dal 1992 – e je stade un dai prins stâts membris de organizazion intergovernative europeane che e esist dal 1949 a dâ la sô adesion a chê altre convenzion: la Convenzion cuadri pe protezion des minorancis nazionâls, che impen e je dal 1995. Cun di fat, la sô ratifiche de bande di Rome e rimonte a vincjesîs agns indaûr, cu la aprovazion de leç 302 dal 1997, che e previôt che il guvier talian si impegni a meti in vore lis sôs disposizions. La Convenzion cuadri si clame cussì parcè che e fâs indenant une schirie di indreçaments operatîfs che i stâts a àn di disvilupâ midiant de legjislazion e di intervents specifics. Cun di plui, ducj i stâts che le àn ratificade a vegnin tignûts di voli des autoritâts di Strasburc, che su la fonde di ce che e previôt la Convenzion stesse ogni cinc agns ur domandin cont di ce che a fasin par metile in vore.
◆ Chest percors di verifiche e valutazion al partìs cu la presentazion di une relazion de bande dal guvier, là che e je une descrizion des azions metudis in vore e dai lôr risultâts. Il pas seguitîf al è il monitorament diret, che al ven fat di un Comitât di esperts internazionâi di pueste, che su la fonde des rilevazions, des verifichis e dai incuintris “sul cjamp” al scrîf ancje une sô relazion, clamade Opinion, che e ven sometude ancje ae atenzion des autoritâts statâls che a rispuindin aes osservazions dal Comitât cun sclariments, inzornaments e cuintrideduzions. L’ultin passaç al è chel de Risoluzion dal Comitât dai Ministris dal Consei de Europe, l’at formâl che al met dongje valutazions e indicazions operativis par fâ miôr pal avignî.
◆ Par ce che al tocje il Stât talian, il gnûf cicli di monitorament – il cuint – in cont de metude in vore de bande sô de Convenzion cuadri pe protezions des minorancis nazionâls al è stât inviât ai 8 di Avrîl dal 2019, cu la presentazion de relazion governative, e al è stâts sierât ai 5 di Avrîl stâts, cuant che il Comitât dai Ministris dal Consei de Europe al à fate buine la Risoluzion CM/ResCMN(2023), là che si cjatin lis sôs valutazions e racomandazion in cont des politichis di tutele.
◆ Cundut dal lengaç une vore diplomatic, che al è un caratar tipic di documents di cheste fate, nol è dificil ricognossi che ancje in cheste ocasion, in forme di indicazions operativis, di Strasburc e rive plui di cualchi tirade di orelis a Rome. Lis racomandazions plui urgjentis a tocjin il fat che ancjemò in dì di vuê no esisti une legjislazion di pueste pes comunitâts rom, sinti e “camminanti” e che il nivel de metude in vore de leç 482/1999 al sedi ancjemò masse bas, ancje par vie dal fat che i bêçs invistîts a son masse pôcs e lis proceduris burocratichis de lôr gjestion a risultin complicadis. Ancjemò une volte il Consei de Europe al marche il fat che, fale che in cualchi câs, la presince di programs intes lenghis des minorancis intal servizi public radiotelevisîf e je pardabon masse scjarse, lontane di ce che al varès di jessi daûr des leçs e des dibisugnis des comunitâts. Cun di plui – e al è pardabon facil jessi in cunvigne – a vegnin fatis indenant diviersis indicazions a pro de incressite dal insegnament e dal ûs des lenghis des minorancis intes scuelis: une setôr che al ven calcolât tant che strategjic e là che tra formazion e reclutament dai insegnants, produzion di materiâi didatics e disvilup di azions educativis e formativis al è ancjemò cetant ce fâ. ❚

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +