Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Carniarmonie: trentedôs stagjons di armoniis te mont furlane

Alessio Screm
Il grup dai FLK

Il festival che al met in rêt midiant de musiche Cjargne, Valcjanâl e Cjanâl dal Fier

A son trentedoi agns che la Cjargne e je protagoniste di armoniis musicâls estivis, graciis al festival de mont Carniarmonie, la prime vere rassegne musicâl che e à pandût une maniere di fâ culture che cumò e je cetant imitade. Sul imprin, la manifestazion ideade dal clarinetist Claudio Mansutti che le vuide inmò cumò dentri de Fondazion Luigi Bon, e faseve juste trê, cuatri concierts, e la rispueste no jere cuissà ce grandonone, pûr proponint apontaments di un ciert nivel. Cul lâ dai agns però, bielzà te seconde, tierce edizion, si à intivât un interès simpri plui grant di bande de int, sedi dal lûc che dai forescj, tant che cumò Carniarmonie al è un event slargjât e cetant partecipât che nol pues mancjâ tes iniziativis culturâls dal Istât in Friûl. E je rivade a fâ cincuante e plui apontaments di Lui fin in Setembar, tirant dentri in pratiche ducj i comuns de Cjargne, ma ancje de Valcjanâl e dal Cjanâl dal Fier, vantant colaborazions cun associazions culturâls internazionâls e ospitant personalitâts musicâls di grande nomee.
◆ In cheste edizion numar trentedoi, a son trentesîs i concierts tal vivarôs cartelon, che si davuelzin di ca e di là dal Friûl de Alte, ospitâts in comuns, frazions, borgadis, dentri di plêfs, museus, glesiis, palaçs, auditoriums, teatris, tal vert dai prâts. Di fâ tindince: e di fat cumò a son tantis, forsit masse, lis iniziativis che a àn cjapât ispirazion di Carniarmonie e che si davuelzin simpri di Istât, magari in chei stes lûcs che a son stâts screâts pe prime volte propit di Carniarmonie. Un copie e incole che no sai ce tant ben che al pues fâ, parcè che cumò la programazion dai events si è intasade, tant che intune stesse dì, inte stesse ore, magari intes frazions dai stes comun, a son doi o trê apontaments. Un ben o un mâl? Considerant che finît l’Istât al è dificil che al sucedi alc di interessant dal pont di viste culturâl intes zonis altis – parcè che e je vere che di Atom e di Invier pôc al passe – forsit al sarès miôr che i ents promotôrs si fevelassin par modulâ lis iniziativis in maniere virtuose e no dispetose.
◆ Dut câs, Carniarmonie e reste il riferiment de musiche in Cjargne e intai Cjanâi dongje par dute la biele stagjon. Il festival al è tacât ai 2 di Lui inte plêf di Castoie di Soclêf cul famôs violoncelist Mario Brunello, insiemi cu la Orchestre Sinfoniche Regjonâl: un grant sucès. Al è lât indevant dut il mês contant tredis concierts, e cumò dilunc di Avost a ‘nd è altris vincjeun, plui altris doi ai prins di Setembar.
◆ Ospits musiciscj innomenâts, orchestris, soliscj, grups di varis struments e vôs dal Friûl, di Italie e dal mont, cui repertoris plui diferents che a van de musiche antighe ae classiche, ae contemporanie, al jazz, aes musichis dal mont. Inte programazion grandonone o vin gust di ricuardâ i apontaments indulà che a saran ospitadis formazions nestris, stant che Carniarmonie e à vût di simpri une atenzion particolâr pai talents locâi.
◆ Sabide ai 5 di Avost, inte Sala Azzurra di For Disot, e je ospite la violiniste udinese che cumò e vîf a New York, Ludovica Burtone. E sarà insiemi cuntun tercet componût dai furlans Emanuele Filippi al pianoforte, Alessio Zoratto al cuintribàs e Luca Colussi ae baterie, cun composizions de stesse Ludovica, che e à di pôc realizât il so prin disc dal titul “Sparks”: al sarà un event in colaborazion cun Ert dal Friûl-Vignesie Julie.
◆ Lunis ai 7 di Avost, la FVG Orchestra e sarà tal Teatri Candoni di Tumieç cul pianist Antonio di Cristofano e il diretôr Vito Clemente, cuntun conciert dal titul “Amadeus”, dedicât al gjeni di Salisburc. Il pianist pordenonês Roberto Turrin al sarà la dì dopo, martars ai 8 di Avost, inte glesie di Sant Zuan a Lungjis di Soclêf par un conciert intitulât “Piano Music & Movies”. Ai 9 tal centi culturâl “Rozajanska kulturska hiša” di Prât di Resie, i trê armoniciscj – ma dome i prins doi furlans – Adolfo Dal Cont, Andrea Nassivera e Diego Borghese a saran protagoniscj de serade “Dal Baroc ae musiche dal nestri timp”. E je grande spiete pal conciert di presentazion dal cd “Trente” de storiche formazion furlane FLK, sabide ai 12 di Avost a Vile di Verzegnis, in colaborazion cun Radio Ode Furlane, V/L mont, la associazion culturâl Giorgio Ferigo e Artetica. Biele ancje la iniziative “Dopo Messa” che ai 13 e ai 20 di Avost, subit dopo de messe a Damâr e Liariis, e permet di fâ sintî i orghins di chei lûcs graciis ai organiscj Francesco Cardelli e Gianmaria Paschini.
◆ Ai 15 di Avost a Sauris Disot al è il duet di zovins di talent Enrico Leonarduzzi e Sebastiano Gubian, sax e pianoforte; invezit, in colaborazion cu lis realtâts furlanis “Risonanze” e “Barocco Europeo”, sabide ai 19 di Avost a Malborghet e Valbrune, al va in sene un spetacul sul cjacarât compositôr, amadôr e omicide, Alessandro Stradella. Par sierâ il mês di Avost, ai 20, a Dimpeç al sarà protagonist il grup furlan Harmony Gospel Singer, direzût di Stefania Mauro. Par ce che al tocje i doi concierts di Setembar, un al è ai 2 cul tercet furlan formât di Federico Martinello al clarin, Pierluigi Rojatti al violoncel e Elisabetta Chiarato al pianoforte, e ai 3, a Dimplan – insiemi cul cuartet de Cechie Apollon Cuartet che al è in residence in Cjargne – a saran la pianiste Federica Repini e il clarinetist Claudio Mansutti.
◆ Insome, ancje chest an Carniarmonie si dimostre une rassegne cuntun grant voli, e dôs orelis, di rivuart pai musiciscj, e ancje pes musichis, dal Friûl. Dutis lis informazions sui lûcs, sui programs e sui ospits a son sul sît carniarmonie.it e su lis pagjinis socials dal festival storic de mont furlane. ❚

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +