Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

ATUALITÂT. Robis di… cjans!

............

In Lui o vevin scrit di vocabolaris e… cjans. Al jere sucedût che i antifurlans a vevin tacât ducj a sbregâsi la vieste in place pal “scandul” (secont lôr) dai 940.000 euro in 11 agns doprâts pal vocabolari di furlan, che po si è scuviert che «la some fin chi doprade no je par nuie esagjerade e che anzit par altris oparis si è lâts ben plui parsore di cheste cifre […], il cost medi dai lemis al è plui bas di che che al varès di jessi» (prof. Michele Cortellazzo, Universitât di Padue).
In paragon si scriveve che la Regjon Friûl-VJ invezit e veve a pene «garantît un finanziament di 1.020.000 euros par un intervent public complessîf di 1.200.000 euros par un gnûf cjanîl a Triest par ospitâ 150 bestiis: 8.000 euros par cjan. Cifre che e cresseve inmò di plui se si considere che il project financing complessîf al varès costât 3.750.000 euros, ven a stâi 25.000 euros par cjan. Insome plui di un milion di euros di bande de Regjon, parcè che – si lei tal comunicât stampe regjonâl – “Il rest al sarà in caric dal Comun di Triest e dai privâts” (ancjemò di cjatâ, ma intant il contribût lu si invie)».
Bon, savêso cemût che e je lade a finîle cul cjanîl? Come che al scrîf il Piero Rauber sul Piccolo dal prin di Març, «All’amo del project financing per il nuovo canile da tre milioni e 750mila euro d’investimento» costruito sul milione e 20mila euro di finanziamento regionale Aster sbloccato nel 2008 dall’assessore leghista alle Autonomie locali Federica Seganti «su cui l’amministrazione Dipiazza aveva agganciato un assegno da un milione e 200mila di contributo pubblico a fondo perduto, non ha abboccato nessuno. Troppo alto evidentemente, secondo gli operatori del settore, il rischio imprenditoriale, nonostante quell’incentivo.»
A contribût inviât, duncje, e cence intervent privât cui varaial di meti i bêçs che a restin? Induvinait…
Insumis, invezit di straçâ bêçs in timp di crisi par dopo taiâ dal 20% i fonts pe culture, al sarès miôr metiju li che si lavore no dome ben, ma adiriture a presit inferiôr di chel che si fâs di altris bandis!
REDAZION

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +