Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Graziano Urli, Ilaria Picotti, Marina Lucia Manca, Mistîrs di une volte

Laurin Zuan Nardin

Graziano Urli, Ilaria Picotti, Marina Lucia Manca, Mistîrs di une volte, Udin, cence date (probabilmentri 2004)

Chest lavôr, fat dai insegnants Marina Lucia Manca, Ilaria Picotti e Graziano Urli, al vûl dâ une cjalade indaûr tal timp a cualchi impuartante ativitât artesanâl e agricule di une volte. Al è formât di une serie di intervistis – dutis origjinâls – e di memoriis un grum preseosis par no dispierdi un patrimoni di culture pratiche di gran valôr (…)”

Un libri di passe cent e trente pagjinis, publicât cul sostegn de fondazion CRUP e de Provincie di Udin, che al à dentri i risultâts di un an di lavôr, il 2004, dal I.M. Caterina Percoto di Udin. No si trate di une rivisitazion poetiche di un mont che nol è plui (no son i Mistiruts di A. Zanzotto tradusûts di A. Giacomini par furlan), ma di une descrizion tecniche detaiade e precise di tancj dai mistîrs e dai imprescj che a àn fate la nestre storie. Aromai chei che si visin di chestis robis a son simpri di mancul. Par esempli, cui capiressial ad in plen, in dì di vuê, une frase sicu: ‘Ti paiarai su la galete’? E voleve dî che l’arlevament dal cavalîr de sede al jere sì tant faturôs, ma al sigurave un bêç straordenari par taponâ cualchidune des tantis busis dal belanç di une famee (pp.9-11). Al devente simpri plui impuartant conservâ alc di une culture che e saveve meti adun la abilitât des mans cu la sgrimie dal cerviel. A son puescj, in Friûl, li che si conserve la memorie di une civiltât contadine che e riscje di pierdisi: chest libri al fevele di Cjase Cocel di Feagne, dal museu di Manià e di chel dal vin di Buri. E, naturalmentri, dai mistîrs: la filandere, la ricamadore, la stramaçarie, il zeâr, il cjaliâr, il fornasîr, il cjarbonâr, il fari, il batifier, il mulinâr, il fornâr, il purcitâr, il fedâr, la sedonarie. E si ven a savê ancje tantis informazions storichis interessantis: che il prin fier di sopressâ eletric al è stât inventât in Americhe intal 1891; che l’agnul dal cjistiel di Udin lu àn fat a Manià; che lis roiis di Palme e chê di Udin a vegnin dutis dôs incanaladis di une captazion de Tor, dongje Reane; che il mulin di Godie al va indaûr fin al 1307, e v.i.

◆ A insiorâ la publicazion cincuantecinc fotografiis di epoche (straordenarie chê di p. 132) e un CD cul test des intervistis. ❚

 

Libris simpri bogns / Emilio Nardini, “Par vivi”, Udin, 1921

Laurin Zuan Nardin
“Apene finidis di lei lis poesiis dal cont Ermes, il dotôr Cesare, fra i batimans dal public, al si ritire daùr l’uniche quinte preparade a zampe dal… palc scenic. Ma, pal bessologo, che il devi recità il brâf atôr di san Denel, Giovanin Tombe, ‘e ocòr une scene, e il dotôr Cesare la proviot cussì:…” […] lei di plui +

Interviste / Numb il cjan scjaladôr (e il so paron Thomas)

Dree Venier
Di un probleme ae çate al record in mont: interviste cun Thomas Colussa, che cul so Numb al sta pontant al record di altece lant sul Mont Blanc O vevi za intervistât Thomas Colussa, 40 agns, un pâr di agns indaûr. In chê volte al jere un “furlan a Milan” e al faseve il personal […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / La identitât e ven dai zovins

Walter Tomada
Une zornade di incuintri pai Conseis dai Fantats Al à fat scjas il senatôr Roberto Menia che al à declarât di volê gjavâ il furlan de scuele e dal ûs public. Al jere di un pieç che nissun rapresentant des istituzions al pandeve clâr di volê scancelâ lis normis di tutele, ma salacor a son […] lei di plui +