Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

Il furlan si misure cui classics de leterature

Erika Adami

«Il friulano ha bisogno di traduzioni», al scrîf Pasolini intal 1947, «essendo questo il passo più probatorio per una sua promozione a lingua. È vero che per noi il friulano è aprioristicamente lingua, a parte le considerazioni glottologiche (un deliberato ritorno all’Ascoli) e a parte lo sforzo cosciente di usarlo in condizioni di parità se non di uguaglianza con le grandi lingue romanze; tuttavia una prova come quella del tradurre verrebbe a costituire un terzo fatto, se non molto profondo, almeno perentorio».
◆ Al è intai “Stroligut”, là che si espliche la ativitât de Academiuta, che il progjet culturâl di dâi dignitât leterarie al furlan, dimostrantint la capacitât di misurâsi cui grancj tescj de poesie di ducj i timps (di Saffo a Hölderlin a Ungaretti), al cjape cuarp, sedi cun traduzions dal stes Pasolini sedi cun traduzions dai siei amîs.
◆ Tal cors dai secui, diviers autôrs si son misurâts inte traduzion in furlan di classics in altris lenghis: une ativitât grande cun episodis straordenaris pe cualitât de scriture. Cui tescj grêcs e latins si son confrontâts, par esempli, Giovan Battista Donato (1534-1604); Giovan Giuseppe Bosizio (1660-1743); V.G.Blanch, ven a stâi Luigi Rodaro (1859-1932); e, rivant al Doi mil, Sandri Carrozzo e Pierluigi Visintin.
◆ Cence dismenteâ, te seconde metât dal Nûfcent, pre Checo Placerean e pre Antoni Beline, che a àn voltât in lenghe furlane la Bibie: un at di fede e un fat di culture. ❚

L’EDITORIÂL / Jù lis mans dal Tiliment

Walter Tomada
Traviersis, cassis di espansion, puints e viadots autostradâi, potenziament dal idroeletric: al mancje dome di metisi a sgjavâ cu lis trivelis par cirî gas o petroli! Ma parcè il Tiliment, che tancj studiôs a stimin jessi l’ultin flum salvadi de Europe, isal sot di dutis chestis menacis, invezit di jessi tutelât e protet cemût che […] lei di plui +

(L)Int Autonomiste / Cui aial pôre de “Cuistion furlane”?

Dree Valcic
✽✽ No ven plui nomenade, sparide dai radars dal dibatiment politic e culturâl. Di “Cuistion furlane” no si ’nt fevele plui. Di cent agns incà e esist chê meridionâl, cjare a Gramsci, e su chê miârs e miârs di students a àn fat tesis di lauree, a son stadis fatis ancjetantis cunvignis, ogjet di ogni […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / La “bufule meloniane” e la autonomie inte glacere

Walter Tomada
“Si sin indurmidîts furlans, si sin sveâts melonians”: cun chestis peraulis un cjâr amì al à strent intun sproc sintetic il sens des elezions politichis che pardut a àn viodût a vinci fûr par fûr ancje chenti Fratelli d’Italia, il partît di Giorgia Meloni. Di storic i ai rispuindût che 100 agns fa une dì […] lei di plui +

La anteprime / Cors di furlan par gjornaliscj: consegnâts i atestâts

Redazion
Ai 27 di Setembar, te sede di Udin de Regjon Autonome Friûl-Vignesie Julie, a son stâts consegnâts i atestâts ai vincj gjornaliscj che a àn partecipât al prin cors di lenghe furlane inmaneât de ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane e dal Ordin regjonâl dai gjornaliscj. La consegne dal document ai professioniscj de comunicazion […] lei di plui +