Sfuei Mensîl Furlan Indipendent
Archivi de Patrie

COMUN DI UDIN. La capitâl dal Friûl al vôt

............

Udin
Udin

Udin al vôt ai 29 di Avrîl, intune zornade dome, des 7 aes 23. La popolazion e podarà sielzi tra lis propuestis di 7 candidâts ae poltrone plui alte di palaç D’Aronco. A pet di cinc agns fa, il numar dai candidâts sindics al è cressût, passant di 6 a 7.
Se nissun al rivarà a vê la maiorance assolude al prin turni, si varà di lâ ae balotazion (come tal 2013) e in chest câs si tornarà a votâ ai 13 di Mai.
Chei che a cirin la sucession a Furio Honsell a son Vincenzo Martines (Pd) che al vuide une coalizion di Centriçampe che e à dentri ancje listis civichis; Pietro Fontanini (Ln), candidât pal Centridiestre, cu la presince fuarte dai simbui dai partîts dulà che si zontin però ancje in chest câs vôs civichis. E po, a son i candidâts sindics dal M5S, Pompea Maria Rosaria Capozzi; aspirants sindics espression de diestre, come Stefano Salmè cun dôs listis civichis, o di estreme diestre, come Luca Minestrelli, espression di Casapound. Gnûf di scree il simbul dal Pat par Udin cun candidât Andrea Valcic, che al è la version citadine dal Pat pe Autonomie che si presente aes elezions regjonâls cun candidât president Sergio Cecotti, par altri bielzà sindic di Udin par doi mandâts. Te corse, po, Enrico Bertossi, bielzà assessôr regjonâl de Zonte Illy, che al è sostignût di dôs listis civichis.
Ce che cumò al pâr dut in ordin cun tant di candidâts, sostignidôrs, simbui e programs, al è un cuadri che cheste volte al à vût ce fâ a dâsi adun e al è stât animât ancje di cualchi sorprese.
Il prin a presentâsi al è stât Bertossi che al à creade la sô liste Prima Udine e al à tacât a fâsi cognossi reclamant la necessitât di rapresentâ il civisim e di scugnî superâ lis categoriis dai partîts, par vie che l’obietîf al è chel di dâ rispuestis ai problemis de int e de citât. Subit daûr di lui al è rivât il candidât sindic di Centriçampe, Martines, in gracie di une vore fate dal so partît, il Pd, che al à smirât di biel principi a vê un candidât che al ves la unanimitât dentri dal partît e che al rivàs a tignî dongje lis diferentis animis de çampe citadine.
Po dopo si son fats indevant un daûr chel altri Valcic pal Pat, Salmè, e i ultins a mostrâsi a son stâts i candidâts dal M5S,  di Casapound e chel dal Centridiestre. Che anzit, Fontanini al è stât protagonist, cence che lu volès, di un tire e mole di bande di Forza Italia che prin lu à discognossût – dopo che lu veve poiât – sielzint di stâ cun Bertossi. Dopo, però, e je tornade sui siei pas.
Cemût che e larà al è un grum dificil di dîlu: il Centridiestre al smire a puartâ vie Udin al Centriçampe daspò plui di vincj agns che nol rive a fâje; il Centriçampe al intint di capitalizâ chê vore di scolte e di atenzion che al è daûr a fâ in citât di mês in ca. Ma a àn miris ancje ducj chei altris candidâts, che a intindin di puartâ novitât rispiet ai solits partîts politics – ancje se platâts daûr des civichis – presentantsi tant che vôs de int.
Si viodarà cemût che e larà a finîle e, soredut, se in citât si varà un vôt cetant diferent rispiet a chel des regjonâls, stant che si vote te stesse zornade. La prime gnove e sarà di viodi se si larà ae balotazion – come che diviers analiscj a crodin – o ben se cualchidun al vinçarà al prin turni. Po dopo, si varà di viodi se ancje Udin al larà al Centridiestre, che cussì al guviernarès ducj i cjâf lûcs dal Friûl-Vignesie Julie – dopo vê bielzà cjapât Pordenon, Gurize e Triest – o se e restarà la uniche citât cui colôrs de Çampe.
di Antonella Lanfrit

L'EDITORIAL / Preâ par furlan al è onôr e no pecjât

Walter Tomada
Jo no jeri ancjemò nassût cuant che pre Checo Placerean al tacave a voltâ il Messâl par furlan. A son passâts passe 50 agns e i furlans no àn ancjemò plen dirit, pe Glesie di Rome, a preâ inte lôr lenghe. La Conference Episcopâl dai Talians e à mancjât, ancjemò une volte, di fâ bon […] lei di plui +

Gnovis / Acuile sportive furlane

Redazion
Joibe di sere aes 6 intal Salon dal Popul dal Palaç da Comun di Udin si tignarà la cerimonie di consegne de prime edizion dal premi ACUILE SPORTIVE FURLANE, un gnûf ricognossiment che al met dongje il valôr dai risultâts sportîfs ae cussience identitarie che i campions furlans di ogni sport a son bogns di […] lei di plui +

Gnovis / Brâf Agnul! La to vôs e fâs onôr al Friûl

Redazion
O saludìn cun braùre e emozion il Premi Nonino Risit d’Aur che al è stât assegnât a Agnul Floramo, un inteletuâl di gale che i letôrs de “La Patrie dal Friûl” a cognossin di agnorums in dut il valôr des sôs ideis: difat al à scrit sul nestri gjornâl centenârs di articui e cun nô […] lei di plui +

L’EDITORIÂL / Parons vecjos e gnûfs de informazion

A i 24 di Mai dal 1946, juste trê mês dopo che pre Bepo Marchet e Felix Marchi a vevin fondade “La Patrie dal Friûl”, un grup di industriâi triestins al à screât a Udin un gjornâl cuotidian clamantlu “Messaggero Veneto”. In chê volte Carlo Tigoli, il diretôr, e ducj chei che lu àn finanziât, […] lei di plui +